Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 17:48
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia

Crisi Covid: le previsioni della Commissione Ue, nel 2020 Pil Italia a -8,8%. Solo l’Irlanda cresce

Immagine di copertina
Credit: Pixabay

Crisi Covid: le previsioni della Commissione Ue

La Commissione europea ha pubblicato oggi, giovedì 11 febbraio 2021, le previsioni economiche invernali per i Paesi membri: chi più chi meno, tutti gravati dalle difficoltà della crisi provocata dall’emergenza Covid-19.

Per l’Italia Bruxelles stima un Pil 2020 in calo dell’8,8%: solo quattro Paesi hanno numeri peggiori (Spagna, Grecia, Malta e Croazia). La Germania perde il 5%, la Francia l’8,3%. Solo uno Stato è in crescita economica malgrado la crisi da Covid: l’Irlanda.

Crisi Covid: l’Italia

Secondo la Commissione europea nel 2020, come detto, il Pil dell’Italia ha perso quasi 9 punti percentuali: un dato estremamente negativo, ma tuttavia in miglioramento rispetto al -9,9% che era stato previsto lo scorso autunno.

L’Ue sottolinea come la manifattura – pur in gravi difficoltà – abbia complessivamente tenuto, mentre i problemi maggiori riguardano il settore dei servizi, in primis ristorazione e turismo.

La lentezza della ripresa economica italiana “è legata alla durata delle misure restrittive”, spiega il commissario europeo agli Affari economici, l’italiano Paolo Gentiloni. Che però avverte: “Ci aspettano due anni in Italia in cui si può avere una crescita molto più forte a cui siamo abituati: una grande occasione per trasformare in senso ambientale, più competitivo, più inclusivo, la nostra economia”.

Per il 2021 la Commissione europea prevede che il Pil italiano crescerà del 3,4%, mentre nel 2022 la crescita sarà del 3,5%

Il caso Irlanda

L’Irlanda è l’unico Paese europeo la cui economia cresce nonostante la crisi da Covid: per il 2020 si stima un Pil a +3%. Secondo Bruxelles decisive sono le “esportazioni di società multinazionali specializzate in apparecchiature mediche, prodotti farmaceutici e servizi informatici”.

Crisi Covid: le previsioni del Pil 2020 in Ue

Belgio -6,2%
Germania -5%
Estonia -2,9%

Irlanda +3%
Grecia -10%
Spagna -11%

Francia -8,3%
Italia -8,8%
Cipro -5,8%

Lettonia -3,5%
Lituania -0,9%
Lussemburgo -3,1%

Malta -9%
Paesi Bassi -4,1%
Austria -7,4%

Portogallo -7,6%
Slovenia -6,2%
Slovacchia -5,9&

Finlandia -3,1%
Bulgaria -4,9%
Repubblica Ceca -5,7%

Danimarca -3,5%
Croazia -8,9%
Ungheria -5,3%

Polonia -2,8%
Romania -5%

Svezia -2,9%
Media Area Euro -6,8%
Media Ue -6,3%

Leggi anche: Draghi dice no a Salvini sulla flat tax: il piano per la riforma delle tasse

Ti potrebbe interessare
Economia / “Google ha sottopagato illegalmente migliaia di lavoratori in tutto il mondo”
Economia / Messico, Amazon costruisce un magazzino in mezzo una baraccopoli: le foto diventano virali
Lavoro / Telecamere nei luoghi di lavoro? Come il VAR sui campi di calcio
Ti potrebbe interessare
Economia / “Google ha sottopagato illegalmente migliaia di lavoratori in tutto il mondo”
Economia / Messico, Amazon costruisce un magazzino in mezzo una baraccopoli: le foto diventano virali
Lavoro / Telecamere nei luoghi di lavoro? Come il VAR sui campi di calcio
Lavoro / Whatsapp e lavoro: attenzione alle chat
Economia / Fca pagò tangenti ai sindacati per corromperli: multa da 30 milioni di dollari negli Usa
Economia / Bonus terme 2021: cos’è, come funziona, quando e chi può richiederlo
Economia / Le “tute blu” ora diventano rosa
Economia / Clima: i disastri naturali hanno causato danni per 63 miliardi di euro nei primi sei mesi del 2021
Economia / Cattolica Assicurazioni, utile in forte crescita nel primo semestre
Cronaca / Le lauree che fanno trovare subito lavoro (e guadagnare di più)