Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 16:52
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia

Concorsi pubblici 2019: via alle prove scritte del concorso dsga

Immagine di copertina
Credits: pixabay

Concorsi pubblici 2019: concorso dsga

In questo articolo potrai leggere tutte le news aggiornate sui concorsi pubblici 2019 e le ultime notizie sui nuovi bandi pubblicati in Gazzetta ufficiale.

Concorsi pubblici ultime notizie: via alle prove scritte del concorso dsga

Oltre 6mila candidati sono riusciti a superare la prova preselettiva del concorso Dsga per l’assunzione di 2.004 Direttori dei servizi generali e amministrativi per le istituzioni scolastiche statali. Oggi 5 novembre e domani 6 novembre si svolgeranno le prove scritte. Per svolgere la prove è necessario avere con sé un documento di identità valido e il codice fiscale. Le prove avranno inizio dalle ore otto.

Concorso Dsga cosa studiare: in cosa consiste la prima prova scritta?

Come spiegato nel bando, i candidati saranno chiamati a rispondere a 6 quesiti a risposta aperta che verteranno sulle seguenti materie:

  • diritto costituzionale
  • diritto amministrativo, con riferimento al diritto dell’Unione europea
  • diritto civile, con particolare riferimento alle obbligazioni e ai contratti
  • contabilità pubblica con particolare riferimento alla gestione amministrativo contabile delle istituzioni scolastiche
  • diritto del lavoro, con particolare riferimento al pubblico impiego contrattualizzato
  • ordinamento e gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico
  • legislazione scolastica
  • ordinamento e gestione amministrativa delle istituzioni scolastiche autonome e stato giuridico del personale scolastico
  • diritto penale con particolare riguardo ai delitti contro la Pubblica Amministrazione

Per quanto attiene invece la seconda prova scritta teorico-pratica, in questo caso i candidati sono chiamati a produrre un elaborato che consiste nella risoluzione di un caso in ambito giurico-amministrativo o gestionale amministrativo; questi dovranno dimostrare, in sostanza, di riuscire a risolvere una questione riguardante l’attività gestionale dell’istituzione scolastica.

Qualora si passassero gli scritti, l’ultima prova consiste in una verifica delle conoscenze di materie informatiche, delle discipline oggetto dello scritto e della lingua inglese del candidato, per un totale di 30 minuti di colloquio.

Le griglie di valutazione e i punteggi

Il Ministero ha diffuso sul proprio sito anche le griglie di valutazione della prova scritta stabilite dal Comitato tecnico-scientifico del concorso per il profilo di DSGA.

La griglia di valutazione dei sei quesiti a risposta aperta della prova scritta

La Commissione assegna alla prima prova scritta un punteggio massimo di 30 punti. Per ciascuno dei sei quesiti a risposta aperta il punteggio è compreso tra zero e 5. I criteri si valutazione della prova sono la capacità di inquadramento delle tematiche oggetto del quesito e la conoscenza della normativa. Se la risposta è insufficiente saranno assegnati 0 punti, se lacunosa si potrà ottenere uno 0,5 o 1 punto. Due punti se invece si è risposto in maniera adeguata alla domanda e dai 2,5 ai 3 punti se la risposta è stata ottima.

La griglia di valutazione della prova teorico-pratica di risoluzione di un caso concreto può arrivare ad assegnare un punteggio compreso tra zero e 30 punti. I criteri di valutazione sono 4: l’Inquadramento normativo e la capacità di individuare ed utilizzare i corretti riferimenti normativi, la capacità di analisi delle problematiche oggetto del caso e individuazione delle relative soluzioni, l’organicità, pertinenza e completezza dell’atto in termini tecnico-normativi e la correttezza logico-formale dell’elaborato.

Per ogni parametro se il risultato è insufficiente il punteggio va da 0 a 2 punti. Se risulta lacunoso dai 3 ai 5 punti. Se si è risposto al parametro di valutazione in maniera adeguata il punteggio è di 6 punti, se il giodizio è “buono” si ottengono 7 punti, se il parametro è stato pienamente soddisfatto si posono invece ottenere anche 8 punti. All’orale si accede con un punteggio di almeno 21/30 in ciascuna delle due prove scritte.

Concorsi pubblici 2019: bandi attivi e in arrivo a novembre

Ti potrebbe interessare
Economia / Recovery Plan, The Good Lobby: “Servono nuove regole e più coinvolgimento dei cittadini per monitorare l’utilizzo dei fondi”
Economia / L’Antitrust Ue apre un’indagine su Google per abuso di posizione dominante
Economia / Pnrr, l’Osservatorio civico: “Nessuna semplificazione a discapito della trasparenza e della partecipazione”
Ti potrebbe interessare
Economia / Recovery Plan, The Good Lobby: “Servono nuove regole e più coinvolgimento dei cittadini per monitorare l’utilizzo dei fondi”
Economia / L’Antitrust Ue apre un’indagine su Google per abuso di posizione dominante
Economia / Pnrr, l’Osservatorio civico: “Nessuna semplificazione a discapito della trasparenza e della partecipazione”
Economia / Ricavi record per il Re dei vaccini: a Pfizer 26 miliardi di dollari. Tassati solo al 6%
Economia / Adil e Luana, vittime dei “nuovi” caporali del Covid (di Luca Telese)
Economia / Un neo-laureato su 3 rimane disoccupato: penalizzati i giovani del Sud e le donne
Economia / "Caro Draghi, su Ilva e Stellantis non esiste una politica industriale. Sui licenziamenti scendiamo in piazza": intervista a Re David (Fiom)
Economia / La ripresa degli investimenti pubblici in Italia
Economia / Verso un modello di sviluppo “verde” e inclusivo: SACE pubblica il Bilancio di Sostenibilità
Economia / Il cambiamento climatico rischia di essere un boomerang per i Petro-Stati, svalutando i giacimenti