Me

Reddito di cittadinanza e centri per l’impiego: in arrivo 4.000 nuovi posti di lavoro

Di TPI
Pubblicato il 1 Gen. 2019 alle 07:00 Aggiornato il 19 Feb. 2019 alle 12:36
Immagine di copertina

Centri impiego nuove assunzioni | Legge di Bilancio | Reddito di cittadinanza | 4.000 posti

CENTRI IMPIEGO NUOVE ASSUNZIONI – L’imminente approvazione del decreto per il reddito di cittadinanza potrebbe sbloccare una nuova serie di assunzioni nei centri per l’impiego oltre a quelle dei navigator, i tutor incaricati di affiancare i beneficiari del reddito di cittadinanza per far sì che vengano assunti nel più breve tempo possibile.

A testimoniarlo il comma 258 della Legge di Bilancio, approvata alla Camera lo scorso 30 dicembre dopo moltissime polemiche. Il testo, infatti, autorizza le Regioni ad assumere 4.000 unità di personale, da assegnare agli uffici dedicati alle politiche attive per l’occupazione.

LEGGI ANCHE: Le ultime notizie sul reddito di cittadinanza

Centri impiego nuove assunzioni | Cosa dice la Legge di Bilancio

“Nell’ambito del Fondo per il reddito di cittadinanza – si legge nel testo integrale della Manovra – un importo fino a 1 miliardo di euro per ciascuno degli anni 2019 e 2020 è destinato ai centri per l’impiego al fine del loro potenziamento e un importo fino a 10 milioni di euro per l’anno 2019 è destinato al finanziamento del contributo per il funzionamento dell’Anpal. A decorrere dall’anno 2019, le regioni sono autorizzate ad assumere, con aumento della rispettiva dotazione organica, fino a complessive 4.000 unità di personale da destinare ai centri per l’impiego”.

La Manovra dunque mette a disposizione delle Regioni, che controllano i centri per l’impiego, alcune risorse economiche per migliorare il servizio e rendere le strutture più efficienti.

In particolare, per il reclutamento dei 4.000 nuovi addetti vengono stanziati 120 milioni per il 2019 e 160 milioni di euro per il 2020.

Come già più volte spiegato dal vicepremier e ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, i centri per l’impiego rappresentano il vero cuore della riforma legata al reddito di cittadinanza. Un’ulteriore prova dell’importanza delle strutture per l’occupazione è il miliardo di euro destinato in Manovra al loro rinnovamento.

Centri impiego nuove assunzioni | Figure richieste

Il governo non ha ancora chiarito quali siano esattamente le figure richieste. Nei mesi precedenti Di Maio ha sottolineato la necessità di dare il via a un piano di assunzioni di massa, soprattutto per coprire i ruoli dei navigator.

Ma non saranno solo quelle dei tutor le figure richieste: perché i centri per l’impiego funzionino meglio, sarà necessario anche trovare nuove risorse per gli sportelli e tutte le funzioni operative delle strutture.

Si attendono nelle settimane successive maggiori informazioni sulle figure richieste dai centri per l’impiego e soprattutto sulle modalità e i requisiti utili per inviare la propria candidatura.