Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:13
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

Il messaggio di Sergio Mattarella al Salone del Libro mette a tacere ogni polemica

Immagine di copertina
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Salone del libro 2019 news Mattarella – Arrivano le parole di Sergio Mattarella al Salone del Libro e tutto sembra ritornare al posto giusto. Il Capo dello Stato ha inviato un messaggio al direttore della manifestazione torinese Nicola Lagioia ricordando la figura di Primo Levi.

Segui tutti gli aggiornamenti sul Salone del Libro

In un post pubblicato sui social, il Salone del Libro posta il documento inviato da Mattarella e accanto scrive: “I valori che Primo Levi ha vissuto e trasmesso, specialmente la necessità di non dimenticare ciò che è avvenuto negli anni della Seconda Guerra Mondiale come tragica conseguenza del disprezzo dei diritti di ogni persona, costituiscono la base fondamentale per una società pacificata e una rispettosa convivenza sociale”.

Nella lettera del Capo dello Stato si legge: “Il Salone del Libro di Torino si caratterizza, quest’anno, per le numerose iniziative dedicate alla figura e all’opera di Primo Levi. Figura complessa di uomo e scrittore, sopravvissuto ad Auschwitz, la forza della sua lezione ha superato i confini nazionali per diventare il simbolo di una sofferenza universale”.

Tutto quello che c’è da sapere sul Salone del Libro di Torino

“Ebreo e partigiano, internato nel campo di concentramento di Carpi-Fossoli nel 1944, deportato ad Auschwitz e liberato nel 1945, Levi ha saputo indagare, per la sua esperienza di vita e insieme per la sua capacità di esplorazione, gli abissi della natura del male”, ha scritto ancora Mattarella.

“Consapevole del significato storico e antropologico della tragica esperienza dei campi di concentramento, Primo levi, nella sua intensa attività di testimonianza umana e culturale, ha proposto alla coscienza comune ideali di comprensione e di tolleranza fra gli uomini”. Quegli stessi ideali che il Presidente della Repubblica riconosce nel Salone del Libro di Torino di quest’anno.

Dietro le parole schiette di Sergio Mattarella si legge la preoccupazione per il clima teso degli ultimi giorni. Il monito del Presidente diventa un faro nel buio preoccupante di chi non ricorda quanto accaduto poco più di 70 anni fa.

salone del libro 2019 news mattarella

Ti potrebbe interessare
Cultura / Il regresso dell’amore filiale
Cultura / A Vieste con Il libro possibile (XX edizione) per la seconda tappa del Festival su letteratura, legalità, scienza, attualità e musica
Cultura / La classifica aggiornata delle università italiane: Bologna l’ateneo col punteggio migliore
Ti potrebbe interessare
Cultura / Il regresso dell’amore filiale
Cultura / A Vieste con Il libro possibile (XX edizione) per la seconda tappa del Festival su letteratura, legalità, scienza, attualità e musica
Cultura / La classifica aggiornata delle università italiane: Bologna l’ateneo col punteggio migliore
Cultura / “Il caso Crespi”, il libro sul caso che ha coinvolto il regista Ambrogio Crespi. La prefazione di Alfonso Giordano
Cultura / Cyclonopedia, l’entropico saggio di Reza Negarestani che racconta un mondo sconvolto
Cultura / Premio Strega, il vincitore è Emanuele Trevi con “Due vite”
Cultura / Il rider bullizzato, la ragazza palpeggiata e quella cultura machista che fa ammalare alcuni tifosi (di I. Melio)
Cultura / La letteratura attraverso gli occhi di un grande scrittore, con Alessandro Baricco
Cultura / Ora basta, siamo stufi del qualunquismo della Ferragni che semplifica il dibattito sul ddl Zan
Cultura / Da Trieste in giù, Raffaella Carrà era un'icona gay (di L. Paladini)