Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:01
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

“Popolo e populismo”: il libro che racconta la crisi e il futuro dell’Europa

Immagine di copertina

È uscito per Cairo editore il libro “Popolo e populismo. Dalla crisi dell’Europa alla rinascita della democrazia. Come costruire un’Italia migliore”, scritto da Angelo Bruscino e Alessio Postiglione.

Il volume parla del malcontento creato negli ultimi anni in vari paesi d’Europa dalle politiche del rigore. Unitamente alla crisi economica del 2008, l’austerity ha generato un diffuso risentimento nei confronti delle istituzioni Ue, identificate come l’origine di tutti i mali.

I partiti socialisti sono stati travolti dal nuovo populismo antiestablishment. L’euro ha favorito prevalentemente il mercato tedesco, mentre l’austerità ‘espansiva’ è stata la regola nelle politiche economiche europee, con tagli alla spesa pubblica anche nei momenti di crisi: queste politiche hanno aggravato la recessione anziché mitigarla, riducendo i consumi e il PIL.

Il surplus commerciale tedesco si regge dunque sui debiti degli altri Stati europei, provocando effetti devastanti come la crisi greca e la nascita del populismo su scala globale. Molti Paesi sentono la necessità di un nuovo realismo politico.

La globalizzazione ha favorito una convergenza tra economie del Primo e del Terzo Mondo, per esempio con l’ascesa della Cina, aumentando le diseguaglianze all’interno dei singoli Stati, soprattutto ai danni della classe media.

Senza dimenticare, sullo sfondo, i cambiamenti dell’America di Trump, con la fine dell’atlantismo come lo abbiamo conosciuto negli ultimi settant’anni.

“Popolo e populismo” affronta con metodo e attenzione tutte queste problematiche, e racconta la situazione politica italiana e internazionale, gettando uno sguardo sul futuro che ci attende.

Angelo Bruscino è un economista, imprenditore nel settore della Green Economy e giornalista. Tra i suoi libri: “Quanto ci costa essere italiani. Diario della giovane impresa ai tempi della crisi”; “Il Bivio – Sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi”.

Alessio Postiglione è capoufficio stampa alla presidenza del Consiglio e docente di comunicazione politica alla Università Link Campus.  Tra i suoi libri: “Sahara, deserto di mafie e jihad”.

popolo e populismo

 

Se il popolo è diventato populista (e razzista) la colpa è delle élite, che ora cercano alibi invece di rimediare
“La lotta non è più tra destra e sinistra, ma tra élite e popolo”: intervista a Massimo Fini
Ti potrebbe interessare
Cultura / Consigli per il weekend: le mostre da non perdere questa settimana
Cultura / Consigli per il weekend: i libri da leggere questa settimana
Cultura / Un libro di corsa: Il codice dell’illusionista
Ti potrebbe interessare
Cultura / Consigli per il weekend: le mostre da non perdere questa settimana
Cultura / Consigli per il weekend: i libri da leggere questa settimana
Cultura / Un libro di corsa: Il codice dell’illusionista
Cultura / Il progetto ReWriters entra nei licei e dialoga con la società civile per riscrivere le regole della convivenza sociale
Cultura / “Il virus e la crisi climatica hanno unito il mondo”: intervista al filosofo Emanuele Coccia
Cultura / Luoghi comuni e autoreferenzialità ideologica: ne “Il Dio verde” l’ecologismo di facciata finisce sotto accusa
Cultura / Charles Baudelaire: il poeta del mal de vivre
Cultura / Un libro di corsa: Una nuova vita con Llyod
Cultura / Roma Arte in Nuvola
Cultura / Altro che emancipazione: il libro di Emily Ratajkowski non risolve la questione morale della mercificazione di sé