Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:25
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

Jasmin. Una storia da raccontare: un libro per ricordare e riflettere

Immagine di copertina

Appassionata lettrice, studentessa modello che sognava di diventare magistrato, ragazza animata da un grande senso di giustizia, lavoratrice stagionale per non pesare sulle casse della famiglia. Tutto questo, e molto altro, era Jasmin Racco, prima che una grave malattia la strappasse all’affetto dei
propri cari poco più che ventenne. Oggi, il desiderio dei suoi familiari, di mettere nero su bianco i suoi pensieri e di raccontare Jasmin a chi non
l’ha conosciuta prende corpo nel libro “Jasmin. Una storia da raccontare” (Edizioni P librerie Locri, 2021).

Il ricordo di Jasmin e l’idea di mettere la sua breve vita e i suoi profondi pensieri in un libro, concepita dai suoi straordinari familiari, hanno unito quattro professionalità, quattro persone, ma soprattutto quattro cuori. Il risultato è quest’opera, emozionante e utile a far conoscere la ragazza speciale che è stata e magari far pensare e riflettere giovani di tutto il mondo, anche attraverso gli scritti della madre Maria Guttà, della sorella Rebecca Racco e dell’amica del cuore Debora Corsaro.

La tragicità di una vita spezzatasi troppo presto incontra le speranze, le ambizioni e la positività di Jasmin, piccola grande donna che, attraverso semplici gesti quotidiani e grandi traguardi da inseguire, tentava di progettare un futuro migliore per sé, la sua famiglia e la sua terra. “Jasmin. Una storia da raccontare” non è solo la narrazione di un’esistenza conclusa ma è il racconto di una vita piena e ricca di emozioni, sentimenti, progetti e sogni.

La prossima presentazione del volume avrà luogo il 13 agosto p.v. nell’ambito della “Festa dell’Emigrante” organizzata dal comitato “Piazza dell’Emigrante” in contrada Grappidaro a Siderno.

Ti potrebbe interessare
Cultura / Un libro di corsa: Nove perfetti sconosciuti
Cultura / “Suggestioni”, a Roma la mostra di illustratori e vignettisti sulla Divina Commedia
Cultura / I limitatori del pensiero (di Ivo Mej)
Ti potrebbe interessare
Cultura / Un libro di corsa: Nove perfetti sconosciuti
Cultura / “Suggestioni”, a Roma la mostra di illustratori e vignettisti sulla Divina Commedia
Cultura / I limitatori del pensiero (di Ivo Mej)
Cultura / Un libro di corsa: Alan Turing, storia di un enigma
Cultura / Ecco “Lucia Bosè. L’ultimo ciak”, il nuovo romanzo di Laura Avalle
Costume / Imparare a parlare inglese con l’accento della famiglia reale inglese
Cultura / Il museo unico di Roma Antica proposto da Calenda? Sarebbe un errore, ma apre un dibattito
Cronaca / “Io non sono pacifista. Io sono contro la guerra”, le frasi più belle che ci ha lasciato Gino Strada
Cultura / Quando Pennacchi mi disse: "Io non sono di destra, sono i fascisti che stavano a sinistra" (di C. Sabelli Fioretti)
Cultura / Morto Antonio Pennacchi: le cause della morte dello scrittore