Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cucina

Brutti ma buoni, la ricetta originale

Immagine di copertina

Brutti ma buoni, la ricetta originale: tutti i passaggi

I tipici biscotti toscani, Brutti ma buoni, una tradizione fatta con le nocciole e tanta bontà. Ma qual è la ricetta originale?

La ricetta che vi suggeriamo è facilissima per creare biscotti croccanti e soltanto con tre ingredienti.

Caratteristica dei brutti ma buoni è che potete realizzarli senza latte, senza burro e senza lievito, andando incontro anche alle peggiori delle intolleranze. All’interno di questi deliziosi biscotti troverete tanta semplicità. Sapevate che non serve neppure la farina per i brutti ma buoni?

Vediamo insieme cosa serve per realizzare i brutti ma buoni e qual è il procedimento dei biscotti.

Brutti ma buoni ricetta | INGREDIENTI

  • 2 albumi
  • 150 gr di zucchero
  • 150 gr di granella di nocciole
  • 1 pizzico di sale

Brutti ma buoni ricetta | PREPARAZIONE

  1. Prendete le uova e separate gli albumi dai tuorli. I tuorli non servono, quindi concentratevi sugli albumi.
  2. Aggiungete agli albumi un pizzico di sale e montate a neve.
  3. Aggiungete poi lo zucchero un po’ per volta, continuando a frullare.
  4. Incorporate la granella di nocciole e mescolate il tutto con un cucchiaio.
  5. Versate il composto in un pentolino, portatelo sul fuoco e cuocete a fiamma bassa per 10 minuti facendo attenzione a mescolare sempre. Man mano che procede la cottura, vedrete cambiare il colore che diventerà sempre più scuro.
  6. Prendete una teglia da forno, rivestitela con carta da forno e date forma ai biscotti con un cucchiaio. Formerete delle palline irregolari.
  7. Infornate per 20 minuti a 150°. Una volta pronti, fateli raffreddare.

L’apparenza spesso inganna e i brutti ma buoni ne sono un esempio. Nonostante all’occhio non appaiano così appetitosi, in realtà questi biscotti sono di una bontà assoluta. Come c’insegnano le favole, sotto l’aspetto grezzo si cela la bontà del cuore.

I brutti ma buoni sono biscotti ideali da regalare a Natale, ma ne troverete a bizzeffe facendo un giro in Toscana, dove rispettano la tradizione dolciaria della regione.

Nuovo annuncio della Ferrero: in arrivo il biscotto alla Nutella
TUTTE LE NOTIZIE DAL MONDO DELLA CUCINA
Ti potrebbe interessare
Cucina / Dove mangiare questo weekend: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare in Italia: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare in Italia: tre dritte per il fine settimana
Ti potrebbe interessare
Cucina / Dove mangiare questo weekend: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare in Italia: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare in Italia: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare questo weekend: tre dritte per il fine settimana
Costume / Dove mangiare questo weekend: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare in Italia: tre dritte per il fine settimana
Cucina / Dove mangiare in Italia: tre dritte per il fine settimana
Ambiente / Coltivare la carne? E’ possibile e lo stanno già facendo
Cucina / Il caffè: un beneficio in tazza
Cucina / Roma eletta città più “vegan-friendly” d’Italia