Parte il video della Regione Lombardia, Mentana ferma il collegamento: “La propaganda non ci interessa”

Di Selvaggia Lucarelli
Pubblicato il 6 Apr. 2020 alle 19:48
20k

Parte il video della Regione Lombardia, Mentana ferma il collegamento: “La propaganda non ci interessa”

Mentre l’Ordine dei medici della Lombardia inviava una lettera durissima alla Regione accusandola di cattiva gestione dell’emergenza, il vicepresidente della Regione Fabrizio Sala dava vita a uno dei siparietti più mesti degli ultimi giorni. Durante la consueta diretta Facebook per la diffusione del bollettino giornaliero, infatti, Sala ha lanciato un filmato con musichetta trionfale in cui si vedevano camion loggati “Regione Lombardia” che scaricavano mascherine.

Scatoloni colmi di mascherine mostrati alla telecamera e afferrati dai prodi magazzinieri utilizzati per lo spot, mentre la musica è sempre più fastosa. E poi, a suggellare il momento, parte il collegamento col sindaco leghista di Sesto San Giovanni che con fresca genuinità afferma: “Come promesso, oggi la Regione Lombardia ci ha inviato 25 000 mascherine!”.

Enrico Mentana, che sta trasmettendo il collegamento durante lo speciale Tg7, interrompe la linea e con aria basita afferma: “Senza offesa per nessuno, non ci interessa l’aspetto propagandistico, siamo interessati alla valutazioni, ma non allo show”. Per onestà, va segnalato il fatto che la Regione Lombardia, dopo l’enfasi iniziale della serie “più mascherine per tutti”, ha mandato in onda un video su come farsi da soli in casa le mascherine. L’unico momento di sana consapevolezza, forse. Per il resto, nella gestione dell’emergenza, in Lombardia si comincia ad assomigliare molto alla Corea. Quella del Nord, però.

Leggi anche: 1. Conte risponde a TPI e scarica Fontana: “Se la Lombardia avesse voluto, avrebbe potuto tranquillamente fare la Zona Rossa ad Alzano e Nembro” / 2. “Le mascherine da oggi nelle farmacie lombarde”: presidente Fontana, perché ci prende in giro? (di G. Cavalli)

3. ESCLUSIVO TPI: Una nota riservata dell’Iss rivela che il 2 marzo era stata chiesta la chiusura di Alzano Lombardo e Nembro. Cronaca di un’epidemia annunciata  / 7. Uno scudo penale per il Coronavirus: nel decreto Cura Italia spunta l’emendamento PD per sanare le responsabilità politiche

20k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.