Covid ultime 24h
casi +10.874
deceduti +89
tamponi +144.737
terapie intensive +73

Spedizione razzista a Palermo: immigrati picchiati con mazze da baseball e sedie

Eseguiti 11 arresti nei confronti dei giovani che avevano aggredito il gestore e i clienti bengalesi di un market etnico

Di Anna Ditta
Pubblicato il 21 Feb. 2020 alle 07:57 Aggiornato il 21 Feb. 2020 alle 14:51
141
Immagine di copertina

Spedizione razzista a Palermo: immigrati picchiati con mazze da baseball e sedie

A Palermo i componenti di un gruppo criminale responsabile di una spedizione razzista contro alcuni immigrati bengalesi sono stati arrestati e sottoposti ai domiciliari. La misura cautelare è stata emessa dal gip del capoluogo siciliano per le accuse di rapina e lesioni aggravate dall’odio razziale, dopo le indagini della Squadra mobile e del commissariato Zisa-Borgo Nuovo.

Pochi mesi fa una banda di giovani aveva fatto irruzione in un negozio in via Casella e aggredito il titolare, cittadino del Bangladesh, e i clienti presenti, suoi connazionali.

I malviventi erano armati di mazze da baseball e sedie. Presero a calci e pugni le vittime e una di loro, trascinata nel retrobottega del negozio e malmenata, subì la rapina dell’anello che portava al dito.

Il gruppo voleva portare a termine una vera e propria spedizione punitiva contro un bengalese, colto per strada in “atteggiamento inopportuno” e per questo già “redarguito oralmente”.

L’uomo fu preso a calci e pugni, con insulti a sfondo razziale. I giovani si scagliarono anche contro gestore e clienti, anch’essi bengalesi di un esercizio etnico dove la vittima aveva cercato rifugio.

Leggi anche:

Lecco, episodio di razzismo su un bus: “Non voglio il tuo posto, sei nera”

Palermo: aggressione razzista ai danni di un giovane senegalese

141
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.