Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:45
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Scuola, marcia indietro del governo: torna la didattica a distanza anche al primo positivo

Immagine di copertina
Credit: Ansa

Scuola, marcia indietro del governo: torna la didattica a distanza anche al primo positivo

Il governo fa marcia indietro sulla quarantena nelle classi scolastiche e torna alle vecchie direttive, con l’arrivo della variante omicron del coronavirus. Ieri sera il ministero della Salute ha firmato una circolare che segna il ritorno della regole che prevedono la chiusura della classe e l’attivazione della didattica a distanza nel caso un singolo alunno, o un professore, risulti positivo.

Lo scorso 8 novembre il governo aveva invece stabilito che la didattica a distanza sarebbe scattata solo dal terzo caso di positività in classe per i vaccinati e dal secondo per i non vaccinati. Il protocollo, introdotto con l’obiettivo dichiarato di mantenere al minimo il ricorso alla didattica a distanza, aveva suscitato le proteste dei presidi per le difficoltà riscontrate nell’applicarlo, a causa dei tempi troppo lunghi per ottenere i risultati dei tamponi.

Adesso, se l’Asl non riuscirà a intervenire per tempo, potranno essere i presidi “a disporre la didattica a distanza nell’immediatezza per l’intero gruppo classe”, afferma la circolare, “ferme restando le valutazioni della Asl in ordine all’individuazione dei soggetti (da considerare ‘contatti stretti’ a seguito di indagine epidemiologica) da sottoporre formalmente alla misura della quarantena”.

“Ultimamente si sta assistendo ad un aumento rapido e generalizzato del numero di nuovi casi di infezione da SARS-CoV-2, anche in età scolare, con una incidenza (casi/popolazione) settimanale ancora in crescita e pari a 125 per 100.000 abitanti (19/11/2021 – 25/11/2021): valore ben lontano dal quello ottimale di 50 per 100.000, utile per un corretto tracciamento dei casi”, afferma la circolare inviata oggi alle scuole. Per questa ragione il ministero della Salute sostiene che è “opportuno sospendere – provvisoriamente – il programma di ‘sorveglianza con testing’ e di considerare la quarantena per tutti i soggetti contatto stretto di una classe/gruppo dove si è verificato anche un singolo caso tra gli studenti e/o personale scolastico”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Cassazione: “Rapina aggravata se con mascherina”. Ma il ladro protesta: “Era obbligatoria”
Cronaca / Ex ballerino di Amici picchiato a Roma perché gay: “Mi hanno urlato fro**o, poi i pugni in faccia”
Cronaca / Bill Gates lancia l’allarme: “Le prossime pandemie saranno ben peggiori del Covid-19”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Cassazione: “Rapina aggravata se con mascherina”. Ma il ladro protesta: “Era obbligatoria”
Cronaca / Ex ballerino di Amici picchiato a Roma perché gay: “Mi hanno urlato fro**o, poi i pugni in faccia”
Cronaca / Bill Gates lancia l’allarme: “Le prossime pandemie saranno ben peggiori del Covid-19”
Cronaca / Definì Fedez e Ferragni “ignoranti e delinquenti”: il presidente del Codacons a processo per diffamazione
Cronaca / Covid, oggi 192.320 casi e 380 morti: tasso di positività al 16,3%
Cronaca / Donne e lavoro, la pandemia ha peggiorato la situazione: occupazione al 49%
Cronaca / Scuola, Bianchi: “93,4% delle classi sono in presenza”
Cronaca / Pregliasco a TPI: “Priorità ai vaccinati? È una scelta normale, altrimenti restano a casa i casi gravi”
Cronaca / Venezia, Malkovich in laguna per girare una serie tv: respinto dall’Hotel per il green pass scaduto
Cronaca / Raoul Bova a processo con l’accusa di lesioni e minacce: fece a botte con un automobilista