Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Sassari: donna accoltellata a morte dal suo ex davanti le figlie di 11 anni

Immagine di copertina

Un nuovo caso di femminicidio si è registrato a Sorso: il delitto è avvenuto in un bar

Femminicidio a Sassari: donna accoltellata dal suo ex davanti le figlie

Un nuovo caso di femminicidio si è verificato in provincia di Sassari, dove una donna è stata accoltellata dal suo ex davanti le figlie di 11 anni.

L’orrendo caso di cronaca è avvenuto nella serata di sabato 15 febbraio.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti la 41enne Zdenka Krejcikova, questo il nome della vittima originaria della Repubblica Ceca, da tempo era perseguitata dal suo ex compagno, Francesco Baingio Douglas Fadda, che non accettava la fine della loro relazione.

Fadda, 45enne con la passione del culturismo, aveva alle spalle numerose denunce, tra cui una per maltrattamenti in famiglia.

Big Jim, questo il soprannome dell’omicida, si vantava di trattare le donne come sua proprietà. La stessa sorte era toccata a Zdenka, che da una decina di anni viveva a Sorso, in provincia di Sassari.

Dopo insulti, minacce e botte, Zdenka un mese aveva trovato il coraggio di lasciare Francesco, il quale, però, non si era rassegnato a perderla.

Nonostante i carabinieri avessero intimato a Big Jim di non avvicinarsi a Zdenka, l’uomo continuava a perseguitare la vittima sino a quando, sabato scorso, non ha supplicato la donna di concedergli un incontro.

Il faccia a faccia, però, è presto degenerato e Zdenka è scappata di casa con le figlie, due gemelline di 11 anni.

La donna si è rifugiata in un bar, ma è stata raggiunta dall’uomo, che, con un coltello da cucina, l’ha colpita con un fendente tra il petto e l’addome per poi trasportarla sulla sua auto insieme alle figlie, che hanno assistito alla scena.

Dopo una ventina di chilometri, Fadda si è fermato a casa di un amico, che non era nell’appartamento, ha lasciato Zdenka agonizzante sul divano ed è ripartito con le bambine.

La donna, poco dopo, è morta, mentre l’uomo è stato rintracciato il mattino seguente ed è stato arrestato dopo un ultimo tentativo di fuga.

Tratte in salvo, le gemelline non hanno subito maltrattamenti da parte dell’assassino della loro mamma, ma entrambe hanno chiesto ai carabinieri dove si trovasse la madre.

Leggi anche:

Uccise 3 donne ogni settimana in Italia: la tragica fotografia sui femminicidi nel 2018

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Processo Ruby ter, Berlusconi assolto a Siena
Cronaca / Covid, oggi 3.794 casi e 36 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / È arrivato il numero 6 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Processo Ruby ter, Berlusconi assolto a Siena
Cronaca / Covid, oggi 3.794 casi e 36 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / È arrivato il numero 6 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Proteste no green pass: domani attese 20mila persone a Trieste. Genova, sgomberato presidio al porto
Cronaca / Brescia, 49enne uccide a martellate in strada la ex fidanzata. Poi chiama i Carabinieri
Cronaca / Tragedia sul lavoro a Bologna: operaio di 22 anni muore schiacciato da un camion
Cronaca / Covid, oggi 3.702 casi e 33 morti: tasso di positività allo 0,8%
Cronaca / Attacco hacker alla Siae: rubati i dati degli artisti e chiesto un riscatto di 3 milioni
Cronaca / Madre di due bambini muore per tumore al seno diagnosticato tardi: ginecologa a processo per omicidio
Cronaca / Obbligo vaccinale per personale medico, la sentenza del Consiglio di Stato: “È legittimo”