Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:29
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Il primo “ergastolo della patente” in Italia: la “sentenza storica”

Immagine di copertina
Credit: Ansa

Il primo ergastolo della patente in Italia

L’”ergastolo della patente è una sentenza storica”, ha dichiarato Domenico Musicco, presidente dell’Associazione vittime incidenti stradali e avvocato dei familiari di Nicolò Luckenbach, giovane videomaker milanese di 32 anni, morto nell’incidente provocato da un maresciallo dei carabinieri il 18 dicembre del 2017.

Il procedimento a carico dell’uomo dell’Arma si è chiuso con un patteggiamento a un anno e sei mesi di carcere con la condizionale per omicidio stradale e con la revoca a vita della patente.

Dalle indagini del pm Mauro Clerici è emerso che l’indagato, 55 anni, si trovava alla guida di una “autovettura di servizio” del ministero dell’Interno, stava percorrendo viale Tibaldi a Milano e ha effettuato una svolta a sinistra in un tratto in cui è obbligatorio proseguire diritto.

La manovra ha obbligato il giovane Nicolò Luckenbach, che viaggiava in moto in senso opposto, a frenare bruscamente. Il ragazzo ha perso il controllo del mezzo ed è caduto a terra. È morto in ospedale per le lesioni subite.

Per l’avvocato Musicco, il procedimento che si è concluso oggi “è un caso che fa scuola e che se non altro fa giustizia, anche se i suoi cari non potranno mai più riabbracciare Nicolò”.

Il maresciallo dei carabinieri fu inizialmente accusato di omicidio colposo ma, davanti al Gup, più avanti il pubblico ministero riformulò l’imputazione in omicidio stradale ai sensi della legge entrata in vigore nella primavera del 2016.

Legge che prevede, in caso di morte provocata da alcuni pericolosi comportamenti alla guida, la reclusione da 5 a 10 anni e la revoca della patente per 10 anni, pene che nei casi più gravi, per esempio di omicidio provocato in stato di ubriachezza o sotto l’effetto di droghe con l’aggravante della fuga, possono arrivare a 12 anni di carcere e 30 anni di revoca.

Il processo al maresciallo dei carabinieri si è chiuso con il patteggiamento con la condanna a un anno e sei mesi di carcere e la misura accessoria della revoca della patente.

Su Quattroruote.it, però, si contesta la definizione “ergastolo della patente”. Il sito online specializzato in motori sostiene “il fatto che il giudice nella sua sentenza non abbia quantificato la durata della revoca della patente non implica che tale provvedimento sia a vita”.

“La legge 41/2016 sull’omicidio stradale – si legge – prevede 10 anni di revoca per la fattispecie di reato per il quale è stato condannato il maresciallo dei carabinieri”.

“Il codice della strada, modificato dalla legge 41, afferma (articolo 222) che “l’interessato non può conseguire una nuova patente prima che siano decorsi dieci anni dalla revoca”.

E continua: “Ammesso che la sentenza non sia riformata in seguito a un ricorso in Cassazione, il maresciallo potrà, se lo vorrà, prendere nuovamente la patente nel 2029. Ammesso, naturalmente, che superi gli esami”.

Quanto costa prendere la patente: rincari fino a 1.000 euro
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sallusti si pente della foto di Bersani da Louis Vitton: “Mi sono sentito una m*rda”
Cronaca / Genova, si lancia all’inseguimento di un lupo per investirlo: indignazione sui social | VIDEO
Cronaca / Si finge poliziotto delle Volanti per 11 anni di relazione: scatta denuncia amministrativa
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sallusti si pente della foto di Bersani da Louis Vitton: “Mi sono sentito una m*rda”
Cronaca / Genova, si lancia all’inseguimento di un lupo per investirlo: indignazione sui social | VIDEO
Cronaca / Si finge poliziotto delle Volanti per 11 anni di relazione: scatta denuncia amministrativa
Cronaca / Treviso, la 14enne che ha scoperto di essere l’erede di un imprenditore milionario
Cronaca / Sarzana, 12enne muore nel sonno: il papà va a svegliarlo per colazione e lo trova senza vita
Cronaca / Carcere di Avellino, agenti della penitenziaria favoriscono il pestaggio di un detenuto: arrestati
Cronaca / Alessandra Matteuzzi uccisa dall’ex: l’odio degli hater anche dopo il suo assassinio
Cronaca / Maltempo, si riaccende la paura a Ischia: da mezzanotte scatta una nuova allerta arancione
Cronaca / Così lo strapotere di Airbnb alimenta la turistificazione delle città italiane
Cronaca / Alessia Sbal investita di proposito sul Gra? Il giallo di quella telefonata: “Ma che fai, non venirmi addosso, fermati!”