Torino, dipendenti dell’ospedale si fingono pazienti per ottenere il test del coronavirus

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 21 Mar. 2020 alle 19:50
153
Immagine di copertina

Coronavirus, dipendenti dell’ospedale di Torino si fingono pazienti per ottenere il test

Alla Città della Salute di Torino, la maxiazienda sanitaria che comprende gli ospedali Molinette, Sant’Anna, Regina Margherita e Cto, è scoppiato il caso “finti pazienti”. Secondo quanto riporta La Repubblica, alcuni dipendenti, pur di farsi sottoporre al test per il Covid-19 che in Piemonte per ora viene somministrato con il contagocce, si sarebbero registrati come pazienti “in regime di pre-ricovero o ambulatoriale”. Un “escamotage” per ottenere l’esecuzione dell’esame fuori dal protocollo.

Un fenomeno che è arrivato al direttore sanitario della Città della Salute, Antonio Scarmozzino, che ha quindi scritto una dura circolare in cui diffida i dipendenti dal mettere in atto “un comportamento che, oltre a configurarsi come truffa che l’azienda si riserva di segnalare all’autorità giudiziaria, sottrae dalla possibilità di esecuzione rapida del test pazienti in attesa o colleghi”.

coronavirus ospedale torino

Intanto, in qualche ospedale piemontese si è finalmente partiti con i tamponi per il coronavirus ai dipendenti. In altri, come il San Luigi di Orbassano, ieri (20 marzo) non è stato possibile. Secondo le valutazioni dell’Ordine dei medici la priorità è dei dipendenti immunodepressi, quindi del personale asintomatico in modo proporzionale al rischio.

Leggi anche: 1. Cari virologi, restate uniti invece di litigare su chi ha sperimentato prima il farmaco Tocilizumab / 2. Coronavirus, quando il lavoro uccide: la storia di Diego / 3. Siamo in guerra. E in una guerra abbiamo bisogno dell’esercito per le strade e a supporto degli ospedali

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

153
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.