Covid ultime 24h
casi +14.078
deceduti +521
tamponi +267.567
terapie intensive -43

Open Arms, un migrante si getta in mare e viene recuperato dalla Guardia Costiera | VIDEO

Oscar Camps: "Inizia così il 19esimo giorno di sequestro", commenta Camps sui social"

Di Madi Ferrucci
Pubblicato il 20 Ago. 2019 alle 09:26 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:21
0
Immagine di copertina

Open Arms, un migrante si getta in mare | VIDEO

“Uomo in mare”, l’allarme è lanciato su Twitter da Oscar Camps il fondatore di open Arms nella mattina del 20 agosto: intorno alle 7 del mattino, infatti, un migrante si è gettato in acqua cercando di arrivare a riva a nuoto ma è stato velocemente recuperato da un motovedetta della Guardia Costiera. “Inizia così il 19esimo giorno di sequestro”, commenta Camps sui social.

Camps ha postato insieme al suo commento anche un video che mostra il tentativo di fuga dell’uomo. Nella notte intanto ci sono state altre otto evacuazioni di emergenza e con loro è sceso anche un accompagnatore. Il 18 agosto la Spagna ha annunciato la sua disponibilità ad accogliere i migranti ma la Ong ha fatto sapere che non gli è in alcun modo possibile raggiungere autonomamente un porto così lontano.

Il governo italiano si è offerto di accompagnare i migranti  fino in Spagna con una nave della Guardia Costiera, resta ancora poco chiaro però a quali condizioni. Solo ieri infatti il ministro Toninelli chiedeva di togliere la bandiera spagnola alla Open Arms in cambio di questo “accompagnamento” verso la Spagna da parte dell’Italia.

Su Change.org sta nel frattempo facendo discutere la campagna online “Fateli scendere”, lanciata dal sindacato nazionale forense, che chiede al ministro Salvini di far scendere subito tutti i migranti. La campagna ha già raggiunto quota 6mila firme. La nave individuata dal governo per portare i migranti in Spagna dovrebbe essere la “Dattilo”.

Open Arms, la Spagna offre il porto di Algeciras ma l’Ong rifiuta: “Viaggio troppo lungo”

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.