Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Napoli, manifestazione di protesta dei sindaci del Sud: “Al Mezzogiorno spettava il 60% del Recovery Plan”

Immagine di copertina

Una manifestazione di protesta a Piazza del Plebiscito a Napoli da parte di circa 500 sindaci del Sud che hanno aderito alla rete “Recovery Sud” espressa dal sindaco di Acquaviva delle Fonti, Davide Carlucci. Alla manifestazione che si è svolta ieri, 25 aprile 2021, nel capoluogo campano hanno preso parte amministratori locali di diversi colori politici, per protestare contro la distribuzione, ritenuta ingiusta, dei fondi del Recovery Plan: “Al Sud spettava il 60% delle risorse del Recovery Fund e lo ha riconosciuto anche il ministro Carfagna, invece Draghi stanzia per il Mezzogiorno solo il 40%. C’è un 20% che ci è stato sottratto e questo non lo accettiamo”.

“Il nostro obiettivo – ha detto Carlucci – è non far passare il treno del Recovery invano, ma approfittare di questo stanziamento per eliminare il divario Nord-Sud. Dopo 160 anni siamo stanchi delle condizioni del Mezzogiorno rispetto al resto d’Italia, stavolta non dobbiamo farci scippare questo stanziamento”. Non la prima né l’ultima manifestazione di protesta in tal senso, ha spiegato Carlucci, che nei giorni scorsi ha dormito nella sede del proprio Comune. Intervistato da TPI, il primo cittadino di Acquaviva delle Fonti ha ricordato che se si colma il gap Nord-Sud, ne beneficia anche l’economia del Settentrione.

A fare gli onori di casa durante la manifestazione di ieri il sindaco di Napoli Luigi de Magistris: “Chi abbandona i sindaci abbandona i cittadini. Noi non chiediamo un’elemosina ma andiamo a prenderci dei diritti, soprattutto diritti costituzionali. Senza il Sud l’Italia non ci sarebbe stata. Per dieci anni abbiamo fritto il pesce con l’acqua, ci hanno lasciato senza soldi ma non abbiamo mai perso la dignità”. In piazza anche il cantante pugliese Al Bano: “Di fronte alle ingiustizie bisogna creare uno spazio di giustizia – ha detto – e non si capisce perché le risorse destinate al Sud se ne vadano per altri lidi. Se è per il Sud, che rimanga al Sud. Chiediamo giustizia perché ce la meritiamo”.

Leggi anche: Le armi nel Recovery Plan del governo Draghi “mimetizzate” di verde

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Influencer precipita da 90 metri mentre fa un post per Instagram: muore a 27 anni
Cronaca / Flavio Briatore: “Come fa una famiglia a vivere con 4mila euro al mese?”. È polemica | VIDEO
Cronaca / Flavio Briatore attacca la Puglia: “Ombrellone e lettini a 60 euro come a Montecarlo, è una follia”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Influencer precipita da 90 metri mentre fa un post per Instagram: muore a 27 anni
Cronaca / Flavio Briatore: “Come fa una famiglia a vivere con 4mila euro al mese?”. È polemica | VIDEO
Cronaca / Flavio Briatore attacca la Puglia: “Ombrellone e lettini a 60 euro come a Montecarlo, è una follia”
Cronaca / Ferrara, fermato il molestatore seriale in bici: scoperto grazie alle videocamere di sorveglianza
Cronaca / Salento, ragazza di 15 anni molestata da un 50enne in spiaggia: salvata dagli altri bagnanti
Cronaca / Venezia, bambina di 1 anno dimenticata in auto dal papà: morta di caldo
Cronaca / Afa e caldo sull'Italia, Caronte non molla la presa: ma nel weekend arriva la grandine
Cronaca / Matera, due vigili del fuoco muoiono mentre spengono un incendio
Cronaca / Cuneo, bambina di 7 anni annega in un lago: era in gita col centro estivo
Cronaca / Salva la vita alla nipotina e muore annegata: Vieste piange la libraia Savina Disanti