Covid ultime 24h
casi +13.331
deceduti +488
tamponi +286.331
terapie intensive -4

Avellino, maltrattamenti ad alunni: arrestati quattro insegnanti

Di Donato De Sena
Pubblicato il 5 Giu. 2019 alle 09:15 Aggiornato il 5 Giu. 2019 alle 09:35
0
Immagine di copertina

MALTRATTAMENTI ALUNNI AVELLINO INSEGNANTI ARRESTATI – Ancora un terribile caso di violenze compiute da professori nei confronti dei loro allievi. Questa volta in Campania. Oggi i Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino sono impegnati ad eseguire misure coercitive emesse dal gip del Tribunale di Avellino su richiesta della locale Procura della Repubblica nei confronti di quattro insegnanti, di età compresa tra i 46 e i 66 anni e residenti nelle province di Avellino e Salerno. Sono accusati di ripetuti maltrattamenti nei confronti di minori e, per uno di loro, anche del reato di violenza sessuale.

> Le notizie di cronaca di TPI

Maltrattamenti alunni | Avellino | Insegnanti arrestati

I reati, secondo l’ipotesi accusatoria, sarebbero stati compiuti dagli insegnanti ora al centro dell’indagine nei confronti dei loro alunni. I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso della conferenza stampa prevista per le ore 13 al Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino.

Purtroppo la vicenda degli insegnanti arrestati ad Avellino è solo l’ultimo di una lunga serie di casi di violenze compiute da professori ai danni dei loro alunni. A marzo ad esempio, nel Pavese, è stata arrestata un’educatrice titolare di un asilo in cui sarebbero state compiute violenze di natura fisica, come spinte, strattoni e schiaffi, e psicologica, inflitte ai bambini di età compresa tra 1 e 3 anni. Ad aprile a Roma è stato arrestato un maestro di chitarra con l’accusa di aver abusato di tre bambine di età inferiore ai 10 anni. A novembre scorso nel Milanese è stato arrestato un maestro d’asilo per maltrattamenti nei confronti di alunni di età inferiore ai 5 anni. I carabinieri in quel caso hanno documentato grazie alle telecamere nascoste ben 42 episodi violenti.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.