Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:26
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

A Vittoria l’ultimo saluto al piccolo Alessio: il bambino travolto dal Suv guidato da Rosario Greco

Immagine di copertina
I funerali di Alessio D'Antonio, il bambino di 11 anni falciato da un Suv giovedì sera mentre stava giocando davanti alla sua casa, Vittoria (Ragusa), 14 luglio 2019. ANSA/ FEDERICA MOLE'

Incidente Vittoria funerale Alessio | Sul sagrato della piccola chiesa di Vittoria ci sono il go kart, il casco e la batteria: oggetti tanto amati dal piccolo Alessio, il bambino di 11 anni che lo scorso giovedì è stato travolto insieme al cuginetto Simone da un Suv guidato da Rosario Greco.

Alessio è morto sul colpo, l’altro bambino, Simone, di 12 anni, è morto il 14 luglio all’ospedale di Messina.

Il vescovo ha saputo della notizia della morte di Simone quando la bara era ormai sul sagrato. Lo ha comunicato e ha fatto l’eterno riposo.

Incidente Vittoria funerale Alessio | VIDEO | Incidente Vittoria: il Suv piomba sulla stradina e poi sbanda travolgendo i cuginetti

La bara bianca ha attraversato il centro di Vittoria ed è entrata nella chiesa di San Giovanni Battista circondata da una folla immensa.

“Tutti noi qui proviamo un sentimento di affetto nei confronti di Alessio. Ho pianto quando ho sentito della sua morte”, ha detto il vescovo di Ragusa Carmelo Cuttitta celebrando il funerale.

Incidente Vittoria funerale Alessio | L’autista del suv che ha investito due bimbi è il figlio di un boss: funerale tra le polemiche

Il papà di Alessio ha baciato la bara, ma prima, dal pulpito si è lasciato andare alla commozione: “Voglio dire una cosa a tutta l’Italia: chiedo giustizia. Non si può andare avanti così, per me non era un bambino era tutta la vita. Anche per sua mamma che lo ha partorito. Questo dolore non possiamo dimenticarlo, noi per questo dolore dobbiamo lasciare anche la casa perché non ce la facciamo. Chiedo giustizia”, ha detto il padre dal pulpito, prima di baciare la bara.

Il suv che arriva a tutta velocità nella stradina, poi sbanda e finisce contro un edificio. Queste sono le prime immagini riprese da una telecamera di videosorveglianza, che hanno catturato l’incidente avvenuto a Vittoria, in provincia di Ragusa lo scorso 11 luglio e nel quale sono morti Simone di 12 anni e suo cugino Alessio, di 11 anni.

Incidente Vittoria funerale Alessio | Incidente Vittoria, morto anche il secondo bambino investito dal Suv
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Milano, tabaccaio ruba a un cliente un Gratta e vinci da 100mila euro: indagato per truffa
Cronaca / Investe un cinghiale, morto 17enne nel casertano: guidava l’auto senza patente
Cronaca / Pullman scoperto della Roma: le strade chiuse oggi, deviazioni, metro chiusa, bus
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Milano, tabaccaio ruba a un cliente un Gratta e vinci da 100mila euro: indagato per truffa
Cronaca / Investe un cinghiale, morto 17enne nel casertano: guidava l’auto senza patente
Cronaca / Pullman scoperto della Roma: le strade chiuse oggi, deviazioni, metro chiusa, bus
Cronaca / Donna uccisa a coltellate a Vittoria, fermato il killer: “Omicidio casuale”
Cronaca / “Impossibile ignorare quelle fanciulle in fiore”: polemiche sul libro del prof che ha dato della “zoccoletta” a un’alunna
Cronaca / Stromboli, domato l’incendio scoppiato sul set di una fiction con Ambra Angiolini
Cronaca / Falcone spiato, dopo l’inchiesta di TPI presentata un’interrogazione in Senato
Cronaca / Regione Lazio, via libera alla legge sui diritti delle persone con disabilità
Cronaca / Covid, oggi 22.438 casi e 114 morti: il bollettino del 25 maggio 2022
Cronaca / Chi dice “no” al lavoro h24: la storia dell’atleta paralimpica Martina Caironi