Il viceministro della Lega Garavaglia indagato per la svendita di un palazzo

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 7 Giu. 2019 alle 09:07 Aggiornato il 7 Giu. 2019 alle 09:30
41
Immagine di copertina
Il viceministro dell'Economia Massimo Garavaglia Credit: Ansa

Garavaglia Lega indagato | Vice ministro | Conflitto d’interesse 

Garavaglia Lega indagato – Il vice ministro all’Economia della Lega, Massimo Garavaglia, è accusato per danno erariale ai danni dello stato.

Garavaglia, quando era assessore regionale in Lombardia nella giunta Maroni nel 2014 avrebbe assunto il ruolo di regista nella vendita dello storico Palazzo Beretta di Milano che sarebbe stato ceduto sottoprezzo dall’azienda sanitaria Ats, provocando un danno erariale tra i 12 e i 20 milioni di euro.

In pratica, il leghista era venditore e acquirente al tempo stesso. Per questo Garavaglia adesso è indagato dalla Procura della Corte dei Conti che gli ha notificato un invito a dedurre. A Garavaglia viene contestato anche un possibile conflitto d’interesse perché era consigliere della Cassa Depositi e Prestiti, a cui il palazzo è stato venduto per 25 milioni di euro.

Garavaglia Lega indagato | Conflitto d’interesse

L’immobile è un palazzo storico in corso Italia 19: undicimila metri quadrati in una zona centralissima dove anche i marciapiedi ormai valgono oro.

Il prezzo con cui venne pagato? 25 milioni di euro. Solo che, appena 8 mesi dopo, nell’agosto del 2015, lo stesso palazzo viene rivenduto dalla Cassa Depositi e Prestiti alla Beni stabili Spa per 38 milioni di euro, ovvero 13 in più di quanto era stato pagato alla Regione.

Garavaglia Lega indagato | Corte dei Conti

La Procura della Repubblica si è fatta delle domande sul perché il palazzo di corso Italia passato dalla Regione a Cdp, e da questa a Beni stabili spa, nel giro di nemmeno un anno aveva aumentato il proprio valore di oltre il 50 per cento.

Le Fiamme gialle hanno rilevato come Garavaglia in qualità di assessore alle Finanze, pur non avendone titolo, avesse non solo agito in palese conflitto d’interesse, ma anche guidato l’intera operazione dall’alto, avendo “assunto un ruolo propulsivo del procedimento contrattuale”, “pressando per la conclusione delle trattative” .

Garavaglia Lega indagato | Gli indagati

La Procura contabile ha individuato come presunto responsabile del danno alle casse pubbliche pure l’allora vicedirettore generale di Infrastrutture Lombarde (società controllata dal Pirellone), Guido Bonomelli, l’ex direttore generale della Ats Walter Locatelli (ora commissario in quota Lega della Sanità in Liguria) e l’ex direttore generale della sanità in Lombardia ,Walter Bergamaschi che oggi è direttore generale della stessa Ats che vendette il palazzo e ora ne paga l’affitto.

Garavaglia Lega indagato | Di Maio

Questa indagine è passata stranamente sotto silenzio per il Movimento Cinque Stelle, che normalmente si batte contro la corruzione e per l'”onestà della politica”. Il vice premier Luigi Di Maio ha commentato: “Prima di tutto auguro a Garavaglia di essere innocente. Se non dovesse essere così auspico quello che è successo con Rixi, cioè un passo indietro del diretto interessato”.

> Maroni: “Serve una nuova Lega per il nord”

41
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.