Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Lombardia Film Commission, condannati i contabili della Lega

Immagine di copertina

L’ex presidente della Lombardia film commission, Alberto Di Rubba, e il commercialista Andrea Manzoni sono stati condannati rispettivamente a 5 anni e 4 anni e 4 mesi. Lo ha deciso il gup Guido Salvini nel processo con rito abbreviato in cui sono imputati per turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e di peculato per aver predisposto, con altri, un bando “ad hoc” per far acquistare alla Lombardia commission un capannone a Cormano (Milano) di proprietà dell’Immobiliare Andromeda, come nuova sede della fondazione e poi avrebbero distratto 800mila euro di fondi regionali nell’ambito dell’operazione immobiliare.

Il giudice ha alzato le pene di quattro mesi a ciascuno dei due ex contabili della Lega rispetto alle richieste del procuratore aggiunto Eugenio Fusco e il pm Stefano Civardi. Inoltre nei confronti di Di Rubba e Manzoni e’ stato disposto l’interdizione perpetua dai pubblici uffici ed in stato di interdizione legale durante l’esecuzione della pena. Alle due parti civili la Lombardia film commission e al comune di Milano il gup ha assegnato una provvisionale provvisoriamente esecutiva rispettivamente di 150.000 euro di 25.000 euro.

“Massimo rispetto per la sentenza e massimo dissenso per la sentenza”. È il commento a caldo dell’avvocato, professore Piermaria Corso, alla sentenza del gup di Milano Guido Salvini che ha condannato i suoi assistiti Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni. Interpellato sulla decisione del giudice di alzare le pene di 4 mesi rispetto alla richiesta della Procura, il legale ha replicato seccamente: “Non cambia moltissimo”. Sulle scelta di ricorrere in appello, l’avvocato Corso ha detto: “Sicuramente sì”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 16.632 casi e 75 morti: tasso di positività al 2,6%
Cronaca / Chi è Guido Russo, il dentista No vax di Biella con il braccio in silicone: “Dovevo lavorare”
Cronaca / Milano, Gaia Romani cambia la targa di “assessore” con “assessora”: “Si parte dalle piccole cose”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 16.632 casi e 75 morti: tasso di positività al 2,6%
Cronaca / Chi è Guido Russo, il dentista No vax di Biella con il braccio in silicone: “Dovevo lavorare”
Cronaca / Milano, Gaia Romani cambia la targa di “assessore” con “assessora”: “Si parte dalle piccole cose”
Cronaca / Il conduttore di X Factor Ludovico Tersigni indagato per diffamazione dopo un post su Instagram
Cronaca / Eitan è tornato in Italia, 84 giorni dopo il sequestro: “Felice di essere a casa”
Cronaca / Covid, oggi 17.030 casi e 74 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / Lo spot sul Parmigiano Reggiano fa arrabbiare il web: “Sfruttamento del lavoro”. L’azienda: “Lo cambieremo”
Cronaca / Covid: Bolzano in zona gialla da lunedì, cinque regioni a rischio entro Natale
Cronaca / “Noi studenti schiavi della lode”
Cronaca / “La biblioteca che batte l’algoritmo”: intervista a Maranesi, il rettore più giovane d’Italia