Ostia, due uomini scattavano foto a bambini in spiaggia: accerchiati dai bagnanti e arrestati per pedopornografia

L'intervento dei carabinieri ha fermato la furia delle persone

Di Donato De Sena
Pubblicato il 22 Lug. 2019 alle 11:27 Aggiornato il 22 Lug. 2019 alle 11:55
0
Immagine di copertina

Ostia, foto bambini in spiaggia: accerchiati e arrestati per pedopornografia

Scattavano foto ai bambini in spiaggia: sono stati accerchiati dai bagnanti e poi arrestati con l’accusa di pedopornografia. È l’incredibile vicenda raccontata da alcuni quotidiani e avvenuta sul litorale romano, ad Ostia. In uno stabilimento balneare del lungomare Paolo Toscanelli.

I carabinieri hanno fermato con le accuse di pornografia minorile e detenzione di materiale pornografico due cittadini indiani che tra gli ombrelloni avevano scattato foto e tentato di adescare alcuni bambini.

Foto a bambini in spiaggia a Ostia, cosa è accaduto

I due indiani, un 28enne e un 35 enne, incensurati, disoccupati, sono stati accerchiati dai bagnanti e hanno rischiato il linciaggio. Poi sul posto sono intervenuti i militari dell’Arma, che li hanno fermati. L’intervento dei carabinieri li ha poi letteralmente salvati dalla furia dei bagnanti.

Stando a quanto raccontato dal quotidiano Il Tempo i due indiani erano stati sorpresi a registrare foto e video dei bambini sul bagnasciuga. Con qualche scusa sarebbero anche riusciti ad avvicinare una bambina di 9 anni, tentanto di allontanarsi con lei verso gli scogli frangiflutti, nel tratto di mare antistante i lidi Elmi e Salus, a pochi metri dal pontile pedonale di piazza dei Ravennati.

> Tutte le notizie di cronaca di TPI

È stata proprio la piccola a far scattare l’allarme. La bambina è tornata in lacrime in spiaggia, verso i genitori, e a loro ha raccontato ciò che le era accaduto. A quel punto in spiaggia è scoppiato il panico per i due presunti pedofili.

L’allarme è corso veloce da un ombrellone all’altro, facendo scaldare subito gli animi degli adulti, i quali, a partire dal padre della piccola, avrebbero impedito ai due di allontanarsi, circondandoli in acqua.

Nei telefoni dei due sospettati di pedopornografia sono stati trovati foto e video su cui sono in corso accertamenti.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.