Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 13:15
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, ultime notizie. Terza dose, atteso il via libera dell’Aifa per gli immunodepressi. Oms: ai paesi ricchi è andato l’80% dei vaccini

Immagine di copertina

COVID, LE ULTIME NOTIZIE DI OGGI DALL’ITALIA E DAL MONDO

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – Mentre in Italia prosegue la campagna vaccinale (qui i dati in tempo reale), il governo discute se e come estendere l’obbligatorietà del Green Pass a partire dal mese di ottobre. Di seguito tutte le ultime notizie sul Covid-19 di oggi, mercoledì 8 settembre 2021:

COVID, LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA

Ore 18.00 – Oms: 80% vaccini a livello globale somministrati in paesi sviluppati – Circa l’80% dei 5,5 miliardi di dosi dei vaccini contro Covid-19 somministrati a livello globale sono finiti a paesi ad alto reddito. Lo ha detto oggi il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus in una conferenza stampa. “Abbiamo sentito scuse da produttori e da alcuni paesi ad alto reddito su come i paesi a basso reddito non possano assorbire i vaccini”, ha detto Tedros. “Poiché i produttori hanno dato la priorità o sono stati legalmente obbligati a rispettare accordi bilaterali con paesi ricchi disposti a pagare di più, i paesi a basso reddito sono stati privati ​​degli strumenti per proteggere la loro gente”.

Ore 17.10 – Bollettino: 5.923 nuovi casi e 69 morti, tasso di positività sale al 2% – In Italia oggi sono stati registrati 5.923 nuovi casi di Covid-19 e 69 decessi di persone contagiate dal virus, a fronte di 4.720 nuovi contagi e 71 morti riportati ieri. Il tasso di positività è salito al 2 per cento, dall’1,5 per cento registrato nella giornata di ieri. In calo i ricoveri ordinari mentre le terapie intensive hanno fatto registrare un lieve aumento. Leggi qui il resto del bollettino di oggi.

Ore 16.00 – Covax: 575 milioni di dosi in meno rispetto alle stime – L’iniziativa Covax quest’anno riceverà 575 milioni di dosi di vaccini contro Covid-19 in meno rispetto a quanto previsto. Lo ha dichiarato l’Alleanza globale per i vaccini e l’immunizzazione (Gavi), che gestisce il programma Covax per la condivisione internazionale dei vaccini, in una nota congiunta con la Coalizione per la preparazione nelle innovazioni per le epidemie (Cepi), l’Unicef e l’Oms. Secondo le stime aggiornate di Gavi, quest’anno Covax riceverà probabilmente 1,425 miliardi di dosi, rispetto ai 2 miliardi di dosi che si prevedevano a luglio.

Ore 15.00 – Calcio, Giappone rinuncia a ospitare Mondiale per club – Il Giappone ha comunicato alla Fifa che intende rinunciare ad organizzare il Mondiale per club 2021, che avrebbe dovuto svolgersi dal 9 al 19 dicembre. A causa della pandemia, nel paese che quest’estate ha ospitato le Olimpiadi sono ancora in vigore restrizioni che impediscono al pubblico di assistere alle partite. La Fifa dovrà ora trovare una sede alternativa oppure cancellare il torneo che nelle ultime due edizioni si è tenuto in Qatar.

Ore 14.00 – Svizzera estende obbligo certificato Covid – La Svizzera ha deciso di estendere l’obbligo del certificato Covid, che da lunedì 13 settembre sarà obbligatorio all’interno di ristoranti, di strutture culturali e per il tempo libero e per le manifestazioni al chiuso. Le nuove misure, rivolte alle persone di età superiore a 16 anni, sono volte a far fronte alla difficile situazione negli ospedali, che “non accenna a migliorare”, ha detto il Consiglio federale in una nota. L’estensione dell’obbligo del certificato è limitata al 24 gennaio 2022, con la possibilità per il Consiglio di revocare il provvedimento se la situazione negli ospedali dovesse migliorare.

Ore 13.00 – Terza dose, Aifa verso parere favorevole per immunodepressi – L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) è orientata a dare il via libera alla somministrazione della terza dose del vaccino contro Covid-19 ai soggetti immunodepressi. Secondo quanto riporta Ansa, è ancora in corso la discussione della commissione tecnico-scientifica dell’ente, che potrebbe dare già oggi il via libera alla terza dose.

Ore 12.30 – Terza dose, orientamento Aifa favorevole per immunodepressi – Orientamento favorevole da parte della commissione tecnico scientifica dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), secondo quanto si apprende, alla terza dose di vaccino anti-Covid per i soggetti immunodepressi. Il parere finale non è però ancora pronto ed è al momento ancora in discussione.

Ore 11.40 – Oms, variante Delta in 174 Paesi, 4 in più in 7 giorni – A livello globale sono stati segnalati casi di variante Delta di Sars-CoV-2 in 174 Paesi. Lo sottolinea il report settimanale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), relativo alla settimana 30 agosto-5 settembre. Rispetto ai 7 giorni precedenti, sono 4 in più i Paesi dove è presente la variante Delta.

Ore 10.30 – Casasco (Confapi): “Dose obbligatoria o Italia non riparte” – “Il Green Pass da solo non è sufficiente, la pandemia ci ha insegnato che salute ed economia viaggiano di pari passo e quindi se non si garantisce la sicurezza a tutti i lavoratori non avremo mai una vera ripresa. Insomma, come già proposto, dobbiamo avere il coraggio di essere i primi a partire con la vaccinazione obbligatoria». A sottolinearlo è Maurizio Casasco, presidente di Confapi, in un’intervista a Libero. “Il ragionamento – spiega – è molto semplice: più vaccini, meno contagi, meno varianti che potrebbero diventare più pericolose e vanificare quanto fatto finora. Per questo parlo di obbligatorietà”.

Ore 09.20 – Green pass, Salvini: “Ho parlato con Draghi: non sarà esteso a tutti i lavoratori” – “Ho parlato con il presidente Draghi non risulta nessuna estensione del Green pass a tutti i lavoratori del pubblico e del privato, a differenza di quello che ho letto su qualche giornale e quindi questo mi conforta”. A dirlo è il segretario della Lega, Matteo Salvini, a margine di una visita al Salone del mobile.

Ore 07.00 – Carceri, in lieve calo casi Covid: 70 i detenuti positivi – Sono 70 i detenuti attualmente positivi al Covid: un dato in lieve calo rispetto alla scorsa settimana, quando i casi di positività registrati erano 80, su un totale di 52.593 reclusi nei penitenziari italiani. Lo afferma il rapporto pubblicato oggi (con dati aggiornati a ieri sera) dal ministero della Giustizia sul coronavirus nelle carceri, secondo cui nell’ultima settimana sono stati 14 i nuovi positivi.  Tra gli agenti, invece, su un totale di 36.939 in servizio, i positivi al Covid sono 112, a fronte dei 114 registrati la settimana scorsa.

COVID, COSA È SUCCESSO IERI

Bianchi: “Il 13 settembre tutti i professori saranno in cattedra” – Nel mondo della scuola lavorano “oltre 857mila docenti”, e l’impegno “di ripartire avendoli tutti al loro posto per la prima volta sarà realizzato”. A riferirlo, in commissione Istruzione alla Camera, è il ministro Patrizio Bianchi, spiegando che “partiremo il 13 settembre avendo tutti i docenti al loro posto rispetto alle 112mila cattedre vuote e vacanti: avremo 58.735 mila posizioni a ruolo e 113.544 mila incarichi annuali assegnati”.

Lega ritirati emendamenti sul green pass – La Lega e gli altri partiti della maggioranza che sostiene il governo Draghi hanno ritirato tutti gli emendamenti al decreto sul green pass, approvato dal governo lo scorso 6 agosto e attualmente all’esame della Camera. Il passo indietro della Lega, dopo giorni di tensioni all’interno della maggioranza, impedirà che sia posta la fiducia sulla conversione del decreto. Leggi qui l’articolo completo.

Ema: “Entro prossime settimane esito esame su terza dose Pfizer” – L’esito della valutazione delle autorità europee sulla terza dose del vaccino di Pfizer è attesa “entro le prossime settimane”. Lo ha dichiarato l’Ema ad Adnkronos Salute, specificando che i tempi potrebbero allungarsi nel caso “siano necessarie informazioni supplementari”. Al vaglio dell’Ema, un nuovo richiamo con il vaccino noto come Comirnaty “da somministrare 6 mesi dopo la seconda dose a persone di età pari o superiore a 16 anni”. Ieri l’ente europeo ha anche annunciato che “separatamente” sta anche “valutando i dati della letteratura sull’uso di una terza dose aggiuntiva di un vaccino a mRna – Comirnaty o SpikeVax- (il prodotto di Moderna, ndr) – in persone gravemente immunocompromesse”.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / L’Earth Technology Expo a Firenze dal 13 al 16 ottobre
Cronaca / Gkn, accolto il ricorso Fiom: il giudice blocca i licenziamenti per 422 dipendenti
Cronaca / Droga: spaccio a Catania, coinvolti anche bambini di 10 anni
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L’Earth Technology Expo a Firenze dal 13 al 16 ottobre
Cronaca / Gkn, accolto il ricorso Fiom: il giudice blocca i licenziamenti per 422 dipendenti
Cronaca / Droga: spaccio a Catania, coinvolti anche bambini di 10 anni
Cronaca / Morte Luana D’Orazio, la perizia della procura: “L’orditoio era stato manomesso”
Cronaca / 3.838 nuovi casi e 26 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Referendum contro il green pass, parte la raccolta firme
Cronaca / Green Pass all’aeroporto di Roma Fiumicino? I controlli con il QR code sono un miraggio: VIDEO
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli. In un video diceva: “Ti butto giù”
Cronaca / Vola in Moldavia per la fecondazione assistita: 30enne di Chivasso muore dopo l’intervento
Cronaca / Cinema, stadi e teatri all’80% e deroghe al metro di distanza: le ipotesi del Governo per il nuovo decreto