Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 08:40
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Covid, dal 2022 la quarantena non è più considerata malattia: il governo non ha rifinanziato la misura

Immagine di copertina
Credit: Ansa/Paolo Salmoirago

Covid, dal 2022 la quarantena non è più considerata malattia: il governo non ha rifinanziato la misura

La quarantena per chi è entrato a contatto con una persona positiva a Covid-19 non sarà più equiparata alla malattia, dopo che il governo ha deciso di non rifinanziare la misura. La copertura è infatti scaduta a fine 2021 e non è stata ancora rinnovata nonostante sia stata annunciata l’estensione del periodo di emergenza fino al 31 marzo.

Secondo quanto riporta il sito dell’Inps, “l’equiparazione a malattia del periodo trascorso in quarantena con sorveglianza attiva o in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva dai lavoratori del settore privato è riconosciuta fino al 31 dicembre 2021, a fronte di apposito stanziamento”.

Il Movimento 5 Stelle, tramite i membri del proprio Comitato per le politiche del lavoro, ha chiesto al governo di approvare un nuovo scostamento di bilancio per finanziare “la proroga dell’equiparazione dei periodi di quarantena allo stato di malattia almeno fino al termine dello stato di emergenza”.

La settimana scorsa il governo ha approvato un decreto con cui ha ridotto la durata della quarantena per i vaccinati, dopo il collasso del sistema di tracciamento a causa della diffusione della variante omicron.

La durata della quarantena è stata azzerata per chi ha ricevuto il richiamo del vaccino anti-Covid ed è entrato a contatto con una persona risultata positiva alla malattia. Oltre che per chi ha ricevuto la terza dose, il consiglio dei ministri ha deciso la fine della quarantena anche per i contatti stretti che hanno ricevuto due dosi di vaccino, o sono guariti da Covid-19, da meno di quattro mesi. Anche chi non sarà obbligato alla quarantena dovrà però osservare un periodo di “autosorveglianza”, in cui sarà tenuto a comunicare al medico eventuali sintomi, e per 10 giorni sarà obbligato a indossare la mascherina Ffp2. Solo nel caso in cui manifesterà sintomi, sarà tenuto a sottoporsi a tampone 5 giorni dopo l’esposizione.

Chi è guarito o ha ricevuto due dosi di vaccino da più di quattro mesi, deve invece osservare un periodo di quarantena di cinque giorni, e non più di sette, nel caso sia entrato a contatto con una persona poi risultata positiva. Al termine dei cinque giorni, deve risultare negativo al tampone per poter uscire dalla quarantena. Per i non vaccinati entrati a contatto con un positivo invece la quarantena è rimasta a 10 giorni, con tampone negativo.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ratzinger, la lettera al suo biografo: “Nel 2013 mi sono dimesso per colpa dell’insonnia”
Cronaca / Le immagini esclusive del luogo dove è morto Stefano Sparti: ecco quello che non torna sul suo suicidio
Cronaca / Mutolo sull’arresto di Matteo Messina Denaro: “Una messa in scena, la trattativa tra Stato e mafia c’è sempre stata”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ratzinger, la lettera al suo biografo: “Nel 2013 mi sono dimesso per colpa dell’insonnia”
Cronaca / Le immagini esclusive del luogo dove è morto Stefano Sparti: ecco quello che non torna sul suo suicidio
Cronaca / Mutolo sull’arresto di Matteo Messina Denaro: “Una messa in scena, la trattativa tra Stato e mafia c’è sempre stata”
Cronaca / “Siamo sicuri che Messina Denaro sia un assassino?”: bufera su un tweet di Vittorio Feltri
Cronaca / Dai peluche ai poster del Padrino e di Joker: le immagini del covo di Messina Denaro | VIDEO
Cronaca / Preferisce il carcere ai servizi sociali: “Riportatemi in cella, lì si fatica di meno”
Cronaca / Alfredo Cospito, udienza in Cassazione anticipata a marzo per le condizioni di salute del detenuto
Cronaca / Pisa, coppia litiga in casa: lui esce in bicicletta, le lo segue in auto e lo investe
Cronaca / A scuola di Grandi opere: “Così Venezia insegna il Mose a New York”
Cronaca / Detersivo al posto dell’acqua, cliente muore dopo 8 mesi di agonia: barista accusato di omicidio