Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Cos’è il Super green pass, la certificazione rafforzata che limita i movimenti dei non vaccinati

Immagine di copertina
La protesta "No Green Pass" tenuta lo scorso sabato 20 novembre al Circo Massimo, a Roma. Credit: ANSA/ MASSIMO PERCOSSI

Cos’è il Super green pass, la certificazione rafforzata che limita i movimenti dei non vaccinati

L’accelerazione della pandemia sta spingendo il governo a correre ai ripari e valutare nuove misure per contenere la quarta ondata di Covid-19 che sta attraversando l’Europa.

Per favorire la campagna per la terza dose e i nuovi richiami del vaccino, nei prossimi giorni l’esecutivo guidato da Mario Draghi potrebbe approvare un nuovo decreto che conterrà una stretta sull’uso del green pass, la certificazione verde rilasciata a chi è vaccinato, è guarito da Covid-19 o si è sottoposto a tampone.

Le nuove regole per il “super green pass”, come è stato già definito dai giornali, potrebbero introdurre molte limitazioni per chi non si è vaccinato. Secondo le anticipazioni emerse finora, per chi non ha ricevuto il vaccino anti-Covid non sarà più possibile accedere ad attività al chiuso come bar, ristoranti, palestre, teatri, cinema, stadi e musei e anche gli impianti sciistici dopo aver effettuato un tampone. Il governo sta infatti valutando se limitare l’utilizzo del tampone molecolare o antigenico solamente al lavoro o ai viaggi, riducendone anche la validiità, che passerebbe da 72 a 48 ore per il tampone molecolare e da 48 a 24 ore per il tampone antigenico (o rapido).

Al vaglio del governo anche la possibilità di rendere la certificazione obbligatoria per accedere ai trasporti pubblici, mentre la durata del certificato passerebbe a 9 mesi dai 12 attuali. Per i non vaccinati, il governo potrebbe prevedere limitazioni anche per le attività all’aperto.

Le novità verrebbero incontro alle richieste di diversi presidenti di regione, che negli scorsi giorni hanno chiesto al governo di limitare eventuali restrizioni ai soli non vaccinati, nel caso l’aumento di ricoveri e contagi di Covid-19 porti al passaggio in zona gialla o arancione. “Servono al più presto misure differenziate, in modo da favorire l’adesione alla campagna vaccinale degli ultimi indecisi e dare certezze ai ristoratori, agli albergatori, ai negozianti”, ha detto ieri il presidente del Friuli-Venezia Giulia Massimilliano Fedriga, a capo della conferenza delle regioni. “Non è una discriminazione, è la garanzia per non chiudere tutto”.

Secondo il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, le limitazioni ai non vaccinati scatterebbero nel caso una regione passasse in zona arancione. “Non parlerei di lockdown per non vaccinati. Ma con il peggioramento della situazione epidemiologica e il passaggio in arancione di alcune Regioni, un provvedimento che prevede già in automatico una serie di restrizioni, penso che queste limitazioni non debbano essere pagate da chi è vaccinato”, ha detto Costa a Tg2 Italia su Rai 2. “Penso, tolto l’accesso al lavoro e ai bisogni di prima necessità, che per certe attività come i ristoranti, i cinema, il teatro, si debbano limitare solo a chi vaccinato”, ha aggiunto.

Secondo il presidente della regione Liguria Giovanni Toti, uno dei più accesi sostenitori delle nuove misure, le restrizioni ai non vaccinati dovrebbero invece scattare già in zona gialla. “Lo scambio logico è semplice, anziché applicare le regole delle zone ai territori le applichiamo alle persone, e nella fattispecie ai non vaccinati”, ha detto in un’intervista a Il Messaggero.

I presidenti delle regioni discuteranno delle nuove norme con il governo nelle prossime ore, prima della convocazione nei giorni successivi della cabina di regia politica che anticiperà il consiglio dei ministri in cui si dovrà approvare il decreto.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO
TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Cronaca / La variante Omicron minaccia il Natale: la situazione in Italia e nel mondo
Cronaca / Dietrofront del governo: niente Dad con un contagiato in classe
Cronaca / Picchiato a sangue per aver difeso un’amica da uno stalker: 50enne muore dopo giorni di agonia
Ti potrebbe interessare
Cronaca / La variante Omicron minaccia il Natale: la situazione in Italia e nel mondo
Cronaca / Dietrofront del governo: niente Dad con un contagiato in classe
Cronaca / Picchiato a sangue per aver difeso un’amica da uno stalker: 50enne muore dopo giorni di agonia
Cronaca / Covid, oggi 12.764 casi e 89 morti: tasso di positività all'1,8%
Cronaca / Incendio alla raffineria Eni di Livorno, i residenti a TPI: “Un forte boato, poi una puzza insopportabile”
Cronaca / Bollette, Draghi annuncia nuovi interventi contro i rincari: “Aiuti a famiglie più povere”
Cronaca / Natale in zona gialla: rischiano Lazio, Lombardia e Veneto
Cronaca / Torino, carabiniere tenta di sventare una rapina e viene accoltellato: fermato un 16enne
Cronaca / Luca Morisi, la procura chiede l’archiviazione dopo l’indagine sulla serata con droga ed escort
Cronaca / Greta Beccaglia, parla l’uomo che ha molestato la giornalista: “Non sto bene per quello che ho fatto, voglio incontrarla”