Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:08
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Corte costituzionale, legittimo impedire la procreazione assistita alle coppie gay

Immagine di copertina
Credit: Ansa

Corte Costituzionale procreazione assistita gay – La Corte Costituzionale ha ribadito, martedì 18 luglio, che il divieto di procreazione assistita per le coppie omosessuali è legittimo.

La Consulta lo ha stabilito dichiarando non fondate le questioni di legittimità costituzionale sollevate dai Tribunali di Pordenone e di Bolzano sulla legge 40, che regolamenta la materia, là dove vieta alle coppie gay di accedere alle tecniche di procreazione medicalmente assistita consentendola solo a quelle stabili formate da un uomo e una donna.

“L’esito era temuto. Evidentemente si tratta di una sconfitta, ma è prematuro commentarla”, ha scritto in un lungo post su Facebook l’avvocato Alexander Schuster che assiste una coppia di donne di Bolzano.

Era stato anche il tribunale di Pordenone ad accogliere la richiesta di una coppia di donne omosessuali, alle quali era stata rifiutata la fecondazione assistita e l’eterologa, di sollevare la questione di legittimità costituzionale delle norme.

“Il diritto costituzionale è una scienza giuridica: si caratterizza per rigore logico e per un dialogo con le altre scienze, tra cui la psicologia, che ci dice che i bambini crescono bene anche con due madri. I nostri argomenti erano forti, speriamo lo siano anche quelli per contrastarli”, ha aggiunto.

L’avvocato ha sottolineato che “il vero significato di questa sentenza dipenderà dalle motivazioni. Io personalmente desidero esprimermi dopo averle lette e cioè quando usciranno tra alcune settimane. Potrebbe essere una cosiddetta sentenza monito, il che non sarebbe una sconfitta, anzi. La Corte potrebbe invitare il Parlamento a mettere mano a una legge non adeguata ai tempi, smantellata pezzo dopo pezzo, al punto che oramai è necessario ripensarla. E al Parlamento giustamente spetterebbe questo compito. Il problema? Il Parlamento non dà mai seguito a questi moniti, il caso Cappato docet. E al terzo monito la norma è dichiarata incostituzionale. Vedasi la ‘saga’ del cognome della madre per i figli”.

“Oppure potrebbe essere una sentenza che chiude categoricamente, che condanna la mia cliente del caso di Bolzano al suo destino tutto italiano. La mia madre, che ho chiamato in udienza Teresa, può diventare madre genetica solo se ama un’altra donna, perché nessun uomo potrà mai accogliere il suo ovocita e dare luce ad un bambino”, ha affermato l’avvocato.

Di una cosa l’avvocato è sicuro: “l’esito negativo è in linea con i tempi che corrono, con chi dice che queste donne, queste famiglie, questi desideri naturali di divenire madre non esistono, che il legislatore può fare sostanzialmente come ritiene opportuno. Si tratta di una sconfitta non solo per le coppie lesbiche, ma anche per le donne single. In Italia i paletti limitano tutte le donne, non solo quelle lesbiche”.

Per Schuster “l’unica certezza è che, amaramente, ogni speranza di tutelare i diritti di queste donne a divenire madri va riposta semmai in un giudice europeo. E se si vincesse sarebbe comunque una sconfitta, l’ennesima, per il diritto italiano e per la nostra cultura giuridica”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scuola, le Regioni chiedono al governo di mandare in classe i positivi asintomatici
Cronaca / Covid, oggi 186.740 casi e 468 morti: mai così tanti dal 14 aprile 2021
Cronaca / I Savoia rivogliono i gioielli della corona custoditi dalla Banca d’Italia: “Appartengono a noi”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Scuola, le Regioni chiedono al governo di mandare in classe i positivi asintomatici
Cronaca / Covid, oggi 186.740 casi e 468 morti: mai così tanti dal 14 aprile 2021
Cronaca / I Savoia rivogliono i gioielli della corona custoditi dalla Banca d’Italia: “Appartengono a noi”
Cronaca / Milano, violenze in piazza Duomo: tre indagati. Dicevano: “Quella dalla a me”
Cronaca / Torino, bambino di 10 anni muore per Covid: “Non si era potuto vaccinare per un problema di salute”
Cronaca / Arezzo, operaio 51enne muore incastrato in un macchinario
Cronaca / Covid, Capobianchi: “L’infezione si spegnerà ma una nuova variante potrebbe sparigliare le carte”
Cronaca / "Ebreo di me**a, devi morire": bambino insultato e preso a calci da due 15enni
Cronaca / Lufthansa e Msc sono interessate a Ita Airways: “Ma il governo resti nella società”
Cronaca / Boom di dimissioni volontarie nelle aziende: “I giovani si interrogano sul senso del lavoro e della vita”