Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 14:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

“Grazie Italia”: coppia cinese sopravvissuta al Coronavirus dona 40mila euro allo Spallanzani

Immagine di copertina
Credit: Ansa foto

La coppia cinese curata a Roma ha donato 40mila euro allo Spallanzani

Lo scorso febbraio, la loro storia aveva fatto il giro del mondo: si tratta della coppia cinese che è stata il primo caso di contagio in Italia, ricoverata e curata all’Inmi Spallanzani di Roma e dimessa dalla struttura a metà aprile. Ben 49 giorni di ricovero, settimane dure combattendo contro il virus che per diversi attimi ha fatto pensare al peggio. E ora che sono tornati nella loro Wuhan non hanno dimenticato chi per quegli interminabili giorni si è preso cura di loro. Dalla coppia oggi è arrivata così una donazione di 40 mila euro all’ospedale Spallanzani. Il 20 aprile scorso, giorno delle dimissioni, dopo 49 giorni di ricovero allo Spallanzani e un mese di riabilitazione al San Filippo Neri, la coppia volle ringraziare tutti con una lettera nella quale scrivevano “Grazie Italia, ci avete salvato”.

Marito e moglie rispettivamente di 66 e 67 anni, provenivano dalla provincia di Wuhan ed era arrivati lo scorso 23 gennaio all’aeroporto di Milano Malpensa. Insieme a tutta la loro comitiva si erano spostati per un tour nelle province italiane che aveva toccato varie destinazioni del nord Italia. E avrebbero dovuto proseguire per il sud Italia. Il primo ad accusare i sintomi era stato il marito, mentre la donna, positiva ma asintomatica, ha sviluppato la malattia nei giorni successivi.

“La scelta di fare una donazione a favore dell’Istituto Spallanzani è un atto di grande generosità e di riconoscenza”, ha commentato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.” C’è un proverbio cinese che recita: ‘Chi torna da un viaggio non è mai la stessa persona che è partita’. Ecco il viaggio e la vicenda della coppia di Wuhan curata all’Istituto Spallanzani, che è un’eccellenza del nostro sistema sanitario regionale riconosciuta in tutto il mondo, e che sono stati il primo caso di positività in Italia, rimarrà impressa nella loro e nella nostra memoria. Voglio dunque rivolgere loro un ringraziamento e un invito a fare ritorno a Roma”, conclude D’Amato.

Leggi anche: 1. Nelle acque di scarico di Milano e Torino c’erano già tracce del Coronavirus a dicembre 2019: lo studio dell’Iss / 2.  I pronto soccorso in Sicilia? Da oggi li gestisce la Lombardia. Alla faccia del flop sul Covid / 3. Esclusivo: per un vuoto normativo il Governo ha “regalato” 1.800 euro di bonus ad arbitri volontari non professionisti

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ennesima tragedia sul lavoro: operaio muore cadendo da un ponteggio di 4 metri
Cronaca / Roma, barista trovato impiccato nel suo locale: "Era depresso per la crisi economica"
Cronaca / “Mi disse che l’avevano stuprata”: caso Ciro Grillo, il racconto del maestro di kitesurf
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Ennesima tragedia sul lavoro: operaio muore cadendo da un ponteggio di 4 metri
Cronaca / Roma, barista trovato impiccato nel suo locale: "Era depresso per la crisi economica"
Cronaca / “Mi disse che l’avevano stuprata”: caso Ciro Grillo, il racconto del maestro di kitesurf
Cronaca / Vaccini, l'appello di Papa Francesco: "Sospendere i brevetti, siano di tutti"
Cronaca / "Undici frammenti": esce il podcast sul caso Marta Russo
Cronaca / Razzo cinese in caduta domenica, 9 regioni italiane in allerta: “Evitare di stare all’aperto”
Cronaca / De Raho: “Beatificazione di Rosario Livatino un momento di cambiamento”
Cronaca / "I morti di Covid nel mondo sono il doppio di quelli ufficiali"
Cronaca / Von der Leyen: "Lo stop ai brevetti non risolve il problema"
Cronaca / Somministrate 23.1 milioni di dosi