Padova, morte cerebrale per il neonato scosso dalla mamma: “Situazione irreversibile”

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 27 Dic. 2019 alle 20:21
1.1k
Immagine di copertina
Credit: Ansa

Morte cerebrale per il bambino scosso dalla mamma

Non c’è più nulla da fare per il bambino di cinque mesi scosso dalla madre a Padova, che l’ha cullato troppo violentemente, stanca, esasperata perché il figlio non riusciva ad addormentarsi.

Non presenta infatti più alcuna attività cerebrale il piccolo di cinque mesi che da sabato scorso si trova in coma, ricoverato in terapia intensiva nella Pediatria dell’ospedale di Padova, dopo essere stato scosso violentemente dalla mamma mentre veniva cullato.

Lo si apprende da fonti mediche dell’ospedale. La commissione chiamata a valutarne la morte cerebrale dovrebbe esprimersi sul caso entro qualche ora. Se stabilirà che il piccolo è clinicamente morto verranno staccate le macchine che lo stanno tenendo in vita

La mamma, 29 anni, era indagata per lesioni gravissime aggravate. Era stata lei stessa a confessare ai carabinieri e al magistrato Roberto Piccione, di aver “cullato troppo forte” il piccolo, che non ne voleva saperne di dormire.

Preoccupata il giorno della Vigilia ha chiamato lei il 118 dopo aver visto che il piccolo non respirava più. Se i fatti venissero confermati dalla visita di due esperti delegati dalla Procura, che effettueranno un accertamento venerdì, il caso rientrerebbe nel  “Baby shake syndrome”, la sindrome del bambino scosso che nei piccoli provoca gravissimi danni cerebrali e neurologici.

Leggi anche:

Cos’è la sindrome del bambino scosso: quali sono i rischi e come evitarla

Padova, bambino di 5 mesi in coma dopo essere stato scosso perché non riusciva a dormire: si valuta morte cerebrale

1.1k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.