Annega i figli nella vasca per vendicarsi del marito che l’ha lasciata e poi si pente: condannata a 10 anni di carcere

La donna era in preda a un esaurimento nervoso

Di Marco Nepi
Pubblicato il 16 Ago. 2019 alle 20:33 Aggiornato il 17 Ago. 2019 alle 04:06
0
Immagine di copertina

Una donna di 38 anni annega i figli gemelli di 23 mesi nella vasca per vendicarsi del marito che l’ha lasciata a Westwood, nel Regno Unito.

Samantha Ford viveva in Qatar con il marito Steve quando l’uomo ha deciso di separarsi e lei ha fatto ritorno nel suo Paese, il Regno Unito, uccisa dal dolore.

Dopo aver ucciso i due figli annegandoli nella vasca la donna era pentita e voleva perdere la vita, ma è stata trovata dalla polizia mentre guidava un camion senza cintura. In quel momento ha detto alle forze dell’ordine: “Lasciatemi morire, ho ucciso i miei bambini, ero in preda a un esaurimento nervoso”.

“Non li avrei mai uccisi, erano i miei bambini miracolosi. Mi sembra tutto un sogno”, ha urlato la donna disperata.

Una volta tornata in se, Ford ha dichiarato che era in preda alla rabbia per la fine della sua relazione e che la sofferenza la stava distruggendo.

Per questo, non totalmente in controllo delle sue facolta mentali, ha commesso l’omicidio.

Dopo aver annegato i bambini nella vasca, Samantha Ford avrebbe subito chiamato la polizia per cercare di salvarli, ma una volta sul posto le forze dell’ordine hanno trovato i bambini di quasi due anni senza vita.

Il marito della donna, con il cuore spezzato per la perdita dei gemelli, ha definito l’atto dell’ex moglie “l’ultima punizione”, e durante il processo ha affermato di essere distrutto.

Samantha Ford è stata condannata a 10 anni di prigione, ma prima di entrare nel carcere sara trasferita in un ospedale psichiatrico.

Donna uccisa a coltellate nel bar dove lavorava a Reggio Emilia: è caccia all’uomo

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.