Covid ultime 24h
casi +25.853
deceduti +722
tamponi +230.007
terapie intensive +32

25 Aprile, il flashmob dell’Anpi: “Cantiamo Bella ciao dai balconi. C’è bisogno di speranza e coraggio”

Di Angelica Pansa
Pubblicato il 15 Apr. 2020 alle 16:48
1.3k
Immagine di copertina
25 aprile, il flashmob organizzato dall'Anpi per cantare Bella Ciao dai balconi

25 aprile, il flashmob dell’Anpi: “Cantiamo Bella ciao dai balconi. C’è bisogno di speranza e coraggio”

L’Anpi, l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, ha lanciato sul suo sito un flashmob in occasione del 25 Aprile: #bellaciaoinognicasa alle ore 15. Una manifestazione virtuale in occasione dell’anniversario della Liberazione che, invece delle piazze, quest’anno deserte a causa dell’emergenza Coronavirus, riempirà finestre e balconi con il canto della Resistenza famoso in tutto il mondo: “Bella ciao”. Numerose le associazioni, sindacati e movimenti che hanno risposto all’appello dell’Anpi.

L’Italia ha bisogno, oggi più che mai, di speranza, di unità, di radici che sappiano offrire la forza e la tenacia per poter scorgere un orizzonte di liberazione. Arrivano le partigiane e i partigiani, il valore altissimo della loro memoria. L’ANPI chiama il Paese intero a celebrarlo come una risorsa di rinascita. Di sana e robusta rinascita. Quest’anno non potremo scendere in piazza ma non ci fermeremo. Il 25 aprile alle ore 15 invitiamo tutti ad esporre dalle finestre, dai balconi il tricolore e ad intonare Bella ciao. In un momento intenso saremo insieme, con la Liberazione nel cuore. Con la sua bella e unitaria energia”. Così recita la lettera aperta che l’associazione ha pubblicato sul suo sito e con cui chiama alla partecipazione cittadini e movimenti.

La scelta dell’orario non è casuale: le 15 infatti è l’ora in cui ogni anno parte a Milano il grande corteo nazionale, che quest’anno non potrà tenersi a causa dell’emergenza Coronavirus. Affianco al flashmob organizzato in occasione del settantacinquesimo anniversario della Liberazione, Anpi lancia l’evento in streaming #iorestolibero, una grande piazza virtuale che prevede anche una raccolta fondi per Croce Rossa e Caritas al quale hanno aderito più di 1400 personaggi del mondo della cultura, del giornalismo, della tv, del cinema, sindacalisti e la stessa presidente Anpi Carla Nespolo.

Leggi anche: 1. “La ASL ha richiamato mio padre per fare il tampone. Ma lui era già morto da una settimana”: la denuncia di Elisa a TPI/2. “Dopo il virus, ecco come immagino la prossima puntata di Black Mirror” (S. Lucarelli)/3. Coronavirus, cosa faranno gli italiani una volta finito il lockdown? Il 43% vorrebbe andare a cena fuori

1.3k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.