Covid ultime 24h
casi +10.593
deceduti +541
tamponi +257.034
terapie intensive -49

Nuova truffa su Whatsapp per rubare account: l’allarme lanciato dalla Polizia Postale

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 1 Set. 2020 alle 15:47 Aggiornato il 1 Set. 2020 alle 15:52
138
Immagine di copertina
Credit: Pixabay

WhatsApp, la Polizia Postale segnala truffa per rubare account

È in corso una nuova truffa da parte di alcuni hacker per rubare account della famosa app di messaggistica WhatsApp. A segnalarlo è la Polizia Postale Italiana con un post sulla propria pagina ufficiale di Facebook.

Lo scopo della truffa messa a punto da alcuni esperti del web sarebbe quello di copiare i profili degli utenti su altri dispositivi e rubare i loro dati. Come spiega il sito Consumatore, infatti, per attivare l’app l’utente, una volta scaricata, deve introdurre un codice che viene inviato attraverso un sms sul dispositivo. Tramite questa procedura i cybercriminali riescono a far recapitare alla vittima un sms nel quale viene chiesto l’invio di tale codice facendo apparire come mittente il numero di telefono di un contatto presente in rubrica.

L’invio del codice permette agli stessi di poter attivare un nuovo Whatsapp su un dispositivo diverso ma riferito al numero telefonico della vittima prescelta che, di fatto, ne perde la “proprietà”.

WhatsApp, i consigli della Polizia Postale per evitare la truffa:
• Non dare seguito a richieste di invio di alcun codice, tramite sms, anche se provenienti da contatti presenti in rubrica;
• Non cliccare su eventuali link presenti negli sms;
• Attivare la cd. ”verifica in due passaggi” disponibile nell’area impostazioni- account” dell’App.
• Non condividere mai il tuo codice di verifica WhatsApp con altre persone. Se qualcuno tenta di prendere controllo del tuo account, avrà bisogno che gli venga inviato il codice di verifica via sms.

Leggi anche: WhatsApp, il trucco per scoprire se qualcuno spia le vostre conversazioni

138
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.