Me

Torino, se vai a lavoro in bici guadagni 25 centesimi a chilometro

Arriva il progetto "Bogia" ("Muoviti" in piemontese) che incentiva l'uso delle bici

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 17 Ott. 2019 alle 19:28 Aggiornato il 17 Ott. 2019 alle 19:29
Immagine di copertina

Torino, se vai a lavoro in bici il comune ti fa un bonifico

Arriva a Torino un nuovo progetto per incentivare l’uso delle biciclette: si chiama “Bogia”(“Muoviti” in piemontese) e permetterà a coloro che prendono la bici per andare a lavoro di ottenere un rimborso di 25 centesimi a chilometro.

Per ogni chilometro percorso in bici si ottengono 25 centesimi, e alla fine di ogni mese si ottiene un bonifico sul proprio conto. Per riceverlo basta aderire al bando promosso dagli undici comuni del Patto territoriale e dotarsi di un dispositivo che calcola tutte le distanze con un Gps antifrode.

Chi va a lavoro in bici elettrica riceverà dal comune di Torino un incentivo inferiore ai 25 centesimi a chilometro, e in nessun caso si potrà superare i massimali giornalieri e mensili previsti dal regolamento.

100mila euro messi a disposizione dall’amministrazione di Torino per questa prima fase, con un potenziale bacino di utenti di circa 300 mila persone che vivono o lavorano a Villarbasse, Alpignano, Collegno, Rivoli, Rosta, Buttigliera, San Gillio, Grugliasco, Druento, Venaria e Pianezza.

Il progetto arriva nel comune piemontese dopo i primi esperimenti di Bari e Mantova, parte di un fondo da 60mila euro finanziato dal ministero dell’Ambiente, utile all’acquisto delle bici pieghevoli, un investimento a cui viene abbinato un mese di trasporti pubblici gratuiti.

“Rage Room” a Torino la stanza della rabbia: entri, spacchi tutto e ti sfoghi