Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Costume

“Lei chi è?”, la nuova versione di “Indovina chi”: il gioco da tavola tutto dedicato alle grandi donne del nostro tempo

Immagine di copertina

Lei chi è (Whos’ She) è il nuovo “Indovina chi”, il gioco tutto dedicato alle donne

Un classico intramontabile con una veste nuova: Lei chi è? (Who’s she? nella versione originale) è la versione al passo con i tempi del celebre gioco da tavola Indovina chi e così a dover essere indovinati non sono i volti di perfetti sconosciuti, ma di donne che hanno rappresentato e rappresentano il nostro tempo.

Si tratta di un gioco di indovinelli in legno con le figurine di donne forti e potenti. Nel gioco ci si concentra su quello che hanno fatto in vita per lasciare il segno e non sul loro aspetto fisico. “Ha vinto un premio Nobel? Ha fatto una scoperta? Era una spia?”: sono queste le domande in cui ci si deve imbattere quando si gioca a Who’s She?. Dimenticate quesiti come “È bionda? Ha gli occhiali?”, perché l’aspetto fisico non conta affatto in questo gioco.

Dalla regina egiziana Hatshepsut alla pittrice Frida Kahlo, passando per l’ativista Malala e la scienziata Marie Curie. E ancora: la pugile indiana McMary Kom, l’ambientalista e attivista Wangari Maathai, la suffragetta Kate Sheppard e la giornalista statunitense Nellie Bly.

L’edizione speciale di Indovina chi nasce su Kickstarter, la piattaforma di crowdfunding, dove l’idea è stata presentata e poi finanziata, fino a essere prodotta per la gioia dei tanti sostenitori del progetto.

A differenziare la nuova versione del celebre gioco da tavola da quello originale è anche il materiale con cui il gioco si presenta: tutte le figure sono stampate su legno. Anche le piccole card in cui si raccolgono le biografie delle protagoniste. A rendere il tutto ancora più originale è il fatto che le immagini delle donne sono dipinte ad acquarello dall’artista Daria Gołąb.

Giochi e videogiochi online: un mercato in costante evoluzione
Ti potrebbe interessare
Costume / Come migliorare in ambito sentimentale con una scuola di seduzione
Ambiente / È arrivato l’abbonamento cartaceo del settimanale di The Post Internazionale
Ambiente / TPI Fest Bologna 2022 | La Festa di The Post Internazionale (15-16-17 settembre) | Programma e Ospiti
Ti potrebbe interessare
Costume / Come migliorare in ambito sentimentale con una scuola di seduzione
Ambiente / È arrivato l’abbonamento cartaceo del settimanale di The Post Internazionale
Ambiente / TPI Fest Bologna 2022 | La Festa di The Post Internazionale (15-16-17 settembre) | Programma e Ospiti
Costume / Cambiano le abitudini degli italiani a tavola: ecco quali sono le nuove tendenze
Costume / Transpallet manuali: come evolverà il mercato nei prossimi anni
Costume / Fedez compra una Ferrari e la prova con Chiara Ferragni: “Non la so guidare”
Costume / Chiara Ferragni e Fedez visitano il cantiere della nuova casa: “Ma la piscina è condominiale” | VIDEO
Costume / Giulia Stabile a TPI: “La danza mi ha salvata dai bulli. Sangiovanni? Con lui voglio una famiglia. È quello giusto”
Costume / Il vodcast “Giving Back Generation” presenta le nuove stagioni con interviste inedite per il mese della sensibilizzazione sulla salute mentale
Costume / “Irina Shayk sostiene Putin”: bufera sulla top model russa. La replica su Instagram