Covid ultime 24h
casi +21.994
deceduti +221
tamponi +174.398
terapie intensive +127

Magalli, Dementra Hampton e molti altri vip per celebrare le fettuccine al doppio burro

Al ristorante Il vero Alfredo di Roma si ricorda l'incontro tra le "bionde" e i divi di Hollywood

Di TPI
Pubblicato il 25 Ott. 2019 alle 12:53 Aggiornato il 28 Ott. 2019 alle 13:04
52
Immagine di copertina

Una sfilata di vip nel cuore di Roma per l’evento To Alfredo, the king of the noodles – Quando Hollywood si innamorò delle fettuccine al doppio burro”. Da Giancarlo Magalli e Demetra Hampton a Milena Miconi e Roberta Beta, passando per Marco Senise, Massimiliano Buzzanca e Stefano Pantano, tanti i personaggi che hanno preso parte alla serata, all’insegna dell’arte, della musica e ovviamente del buon cibo.

Nello storico locale di piazza Augusto Imperatore a Roma Il vero Alfredo si è rivissuta l’atmosfera del fatidico incontro che avvenne nel 1920 tra Alfredo Di Lelio, creatore della famose “bionde” al doppio burro, e le star americane del cinema muto, Mary Pickford e suo marito Douglas Fairbanks, interpretati per l’occasione da due comparse.

La coppia di attori conobbe le fettuccine in viaggio di nozze a Roma, nel 1927 fece ritorno nella Capitale e donò ad Alfredo due posate d’oro con incisa la dedica: “To Alfredo the King of the noodles”. Ieri sera le “bionde” al doppio burro, diventate famose in tutto il mondo, hanno danzato sulle note del maestro John Vaughn, accompagnato dalla voce di Brooke Lundy, Moxie e Phil Crosby Jr., il nipote di Bing Crosby. Insomma, una serata, presentata dalla giornalista Cinzia Santangeli, in cui arte e cucina si sono amalgamate alla perfezione.

Un’esperienza multisensoriale per gli invitati, accolti dall’ospitalità inconfondibile delle padrone di casa, Ines Di Lelio e sua figlia Chiara Cuomo, che in mattinata presso il Salone d’Onore del Coni hanno ricevuto il “Premio Internazionale Bronzi di Riace 2019”, ideato per promuovere le eccellenze nel territorio nazionale.

Il 25 ottobre è il World pasta day

52
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.