Me
HomeCostume

Mckamey Manor, la casa degli orrori così spaventosa che per entrare è necessario il certificato medico

Finora nessuno è stato in grado di completare il tour

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 24 Ott. 2019 alle 18:59 Aggiornato il 24 Ott. 2019 alle 19:08
Immagine di copertina
Credit: Mckamey Manor

La casa degli orrori più spaventosa al mondo

Si chiama Mckamey Manor ed è la casa degli orrori più spaventosa al mondo. Per entrare è necessario presentare un certifico medico che attesti la salute fisica e mentale del partecipante. Finora nessuno è stato in grado di completare il tour del percorso stregato. Non è riuscito a infondere coraggio neanche il premio offerto dal proprietario ai visitatori che riescono a portare a termine l’esperienza traumatizzante. In palio ci sono infatti 20mila dollari, oltre 18mila euro.

Per comprendere la paura che incute questa casa basta sapere che la prima location è stata un ex manicomio di San Diego, in California. È un’attrazione che non ha niente a che vedere con le solite case dell’orrore dei luna park dove finti zombie e fantasmi spuntano dal buio per spaventare i turisti, la Mckamey Manor è molto di più.

L’idea di creare questo “luogo del male” è dell’impresario Russ McKamey che voleva realizzare una casa degli orrori così spaventosa da terrorizzare i visitatori al punto di spingerli a fuggire.

McKamey Manor è stata oggetto di un film documentario del 2017 titolato Haunters: The Art of the Scare e della serie originale Netflix Dark Tourist. Nel 2018, la sede di San Diego è stata definitivamente chiusa. Le nuove strutture sono state aperte a Summertown Tennessee e Huntsville Alabama.

“Ho pensato di morire”, “Penso che non riuscirò mai più a dormire per il resto dei miei giorni”, “Non ci tornerò mai più in tutta la mia vita”, sono solo alcune delle recensioni di chi è riuscito a entrarci (e a uscirci).

L’esperienza è estrema e altamente pericolosa. Al limite della legalità secondo alcuni. Motivo per cui, prima di partecipare, oltre al certificato medico si è obbligati a firmare una liberatoria di circa 40 pagine.

Durante il percorso se il visitatore prova a scappare viene bloccato. E viene lasciato andare soltanto se il medico constata che la sua salute è fortemente a rischio.

Il tour è vietato ai minori di 21 anni, dura fino a 10 ore e si entra in due. All’interno del percorso ci sono delle telecamere che filmano l’esperienza inquietante degli avventori.

I dipendenti della casa degli orrori possono aggredire fisicamente i clienti, bagnarli, costringerli a mangiare e bere sostanze sconosciute, legarli e imbavagliarli e torturarli fisicamente e psicologicamente.

Nonostante l’alto rischio di pericolo, per entrare nella casa degli orrori esiste una lista d’attesa di oltre 20mila persone. L’ingresso non si paga in denaro, la tassa di entrata consiste in 4 lattine e una borsa di cibo per cani.

Il proprietario Russ McKamey ha lanciato la nuova spaventosa esperienza Desolation, che a detta sua, è il percorso più “estremo” mai realizzato prima.

Tutti i partecipanti prima di entrare nella casa degli orrori devono guardare un video chiamato And Then There Were None. Il filmato è una raccolta di due ore di persone che non sono riuscite a superare l’esperienza, in sottofondo una voce dice ripetutamente: “Davvero vuoi farlo?”.

Russ McKamey ha dichiarato che per realizzare il nuovo spettacolo horror ha speso più di un milione di dollari. Qui il sito della Mckamey Manor.

I migliori film horror degli anni Duemila