Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:39
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Ambiente

Salviamo il riso dai cambiamenti climatici

Immagine di copertina
Credit: Ansa

Il riso sfama mezzo mondo ma la siccità e le inondazioni causate dai cambiamenti climatici mettono a rischio le coltivazioni. Oltre 3,5 miliardi di persone ricavano ogni giorno almeno il 20 per cento del proprio fabbisogno calorico da questo cereale. E la domanda è in aumento, soprattutto in Africa, America Latina e Asia, dove viene prodotto più del 90 per cento del riso mondiale.

Le risaie sono in genere sommerse da circa dieci centimetri d’acqua ma a causa degli eventi meteorologici estremi è sempre più difficile trovare il giusto equilibrio tra un eccessivo e uno scarso livello di irrigazione. La più grave minaccia è rappresentata dal sale: l’aumento del livello dei mari e le inondazioni seguite a periodi di siccità mettono infatti in pericolo le coltivazioni lungo l’estuario di fiumi come il Mekong e il Gange. Invadendo i delta fluviali, l’acqua salata può insinuarsi nei terreni e nei canali di irrigazione, devastando i campi. Ed è già successo.

Secondo la Commissione economica e sociale per l’Asia-Pacifico, durante la siccità del 2015 e del 2016, le inondazioni penetrarono fino a 90 chilometri nell’entroterra, distruggendo 405mila ettari di risaie in tutto il Sud- est asiatico. E le previsioni sul futuro non sono rosee: secondo una ricerca pubblicata su Science Advances, nei prossimi anni i cambiamenti climatici intensificheranno le piogge monsoniche in Asia meridionale, dove gli agricoltori in Cina, India, Bangladesh, Indonesia e Vietnam – i più grandi produttori al mondo di riso – rischiano di perdere i raccolti.

Ti potrebbe interessare
Ambiente / Olocausto climatico: così il riscaldamento globale rischia di far scomparire le più grandi foreste del mondo
Ambiente / I guardiani della Terra: reportage da Torino con gli attivisti del clima
Ambiente / È arrivato l’abbonamento cartaceo del settimanale di The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Ambiente / Olocausto climatico: così il riscaldamento globale rischia di far scomparire le più grandi foreste del mondo
Ambiente / I guardiani della Terra: reportage da Torino con gli attivisti del clima
Ambiente / È arrivato l’abbonamento cartaceo del settimanale di The Post Internazionale
Ambiente / TPI Fest Bologna 2022 | La Festa di The Post Internazionale (15-16-17 settembre) | Programma e Ospiti
Ambiente / Strage di squali all’Elba per mano di pescatori
Ambiente / In 60 anni foreste diminuite del 60% a persona: oggi mezzo ettaro a testa
Ambiente / Greta non si presenta al summit Fridays for Future a Torino. C’è chi parla di “De-Gretizzazione” del movimento
Ambiente / A Torino il meeting europeo dei Fridays for Future con Greta Thunberg
Ambiente / Gli iceberg della Groenlandia hanno perso 6 miliardi di tonnellate d’acqua al giorno
Ambiente / Incendi, continua l’emergenza: in fiamme il Carso e la Versilia. Atene, brucia la periferia nord: 12 feriti