Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 09:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Ambiente

Un consiglio regionale della Nuova Zelanda vuole mettere al bando tutti i gatti domestici

Immagine di copertina
Alcuni dei residenti si sono lamentati della proposta di legge

Il divieto servirebbe a proteggere la fauna locale

Un consiglio regionale della Nuova Zelanda ha proposto di bandire tutti i gatti domestici della zona per proteggere gli animali indigeni della zona.

Il “programma anti-parassiti” della regione del Southland prevedrebbe che tutti i gatti domestici della regione, a partire dal villaggio di Omaui, siano sterilizzati, muniti di microchip e registrati. Poi, alla morte dell’animale, i residenti non potranno averne un altro.

L’agenzia regionale Environment Southlad, infatti, sta mettendo in piedi un programma per salvaguardare gli animali nativi della zona e, in particolare, gli uccelli che vengono messi in pericolo proprio dai gatti.

Il programma fa parte di un ambizioso piano nazionale che vuole vedere una Nuova Zelanda priva di predatori per la propria fauna autoctona entro il 2050. Il piano è stato introdotto nel 2016 dopo che il governo ha stimato un danno sull’agricoltura di circa 1,7 miliardi di dollari causato da predatori come opossum e ratti all’anno.

“Non odiamo i gatti, ma vorremmo vedere dei padroni di gatti responsabili e questo non è veramente un posto adatto ai gatti”, ha spiegato John Collins dell‘Omaui Landcare Trust.

I gatti domestici, lasciati liberi di vagare, cacciano i rari uccelli della regione, ma mangiano anche gli insetti e i rettili che trovano nelle vicinanze, causando un certo danno alla fauna locale.

In passato, lo stesso consiglio aveva lavorato per ridurre il numero di roditori e opossum a piede libero nella zona per permettere a uccelli e rettili di vivere tranquillamente.

Secondo gli ambientalisti avere la possibilità di avvistare uccelli e rettili indigeni nel proprio giardino di casa sarebbe soddisfacente quanto possedere un gatto domestico, ma molti residenti non sono d’accordo.

“Da un giorno all’altro ti dicono che è finita per i tuoi gatti, i tuoi amati piccoli animali. O vengono imprigionati nelle trappole, o quelli che sopravvivono non possono essere rimpiazzati”, ha detto Terry Dean, uno dei residenti, a Newshub.

Un’altra residente, Nico Jarvis, ha invece spiegato che i suoi tre gatti sono per lei l’unico modo per combattere il problema che il villaggio ha con i roditori: “Se non posso avere un gatto, diventa quasi insalubre per me vivere qui”.

I residenti hanno due mesi per dare la propria opinione sul divieto di possedere gatti.

Nel frattempo, anche una parte dell’isola di Kapiti ha vietato i gatti e il consiglio municipale di Auckland sta preparando una legge che permetta loro di uccidere ogni gatto privo di microchip trovato in un “sito ecologicamente significativo”.

Ti potrebbe interessare
Ambiente / WWF, il primo Climate Wall per “metterci la faccia” contro la crisi climatica
Ambiente / Clima, l’appello di Draghi ai leader mondiali: “Bisogna agire subito, non c’è più tempo”
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Ti potrebbe interessare
Ambiente / WWF, il primo Climate Wall per “metterci la faccia” contro la crisi climatica
Ambiente / Clima, l’appello di Draghi ai leader mondiali: “Bisogna agire subito, non c’è più tempo”
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Ambiente / Crisi climatica: negli ultimi 40 anni sono raddoppiati i giorni con temperature superiori a 50°
Ambiente / Record di attivisti ambientali uccisi nel 2020: morti per difendere il Pianeta
Ambiente / Emergenza rifiuti: “Tra un anno e mezzo le discariche del Sud saranno piene”
Ambiente / L’inquinamento uccide più del fumo, degli incidenti stradali e delle guerre: toglie due anni di vita
Ambiente / Le università di Berlino bandiscono la carne dalla mense: “È una scelta rispettosa per il clima”
Ambiente / L’incoerenza dei fondi green: tra gli investitori ci sono le grandi società inquinanti
Ambiente / Un miliardo di bambini è esposto a rischi “estremamente alti” per la crisi climatica