“Mediterraneo da remare” fa tappa in Cilento, puntando al traguardo #PlasticFree 2020

Sabato 12 la campagna arriva a Marina di Camerota. L'ideatore Pecoraro Scanio, ex ministro dell'Ambiente: "Il ruolo delle realtà sportive e dell'attivismo civico è importante per diffondere le azioni di rispetto delle nostre bellezze naturali, soprattutto in un parco nazionale come questo"

Di Lorenzo Zacchetti
Pubblicato il 11 Set. 2020 alle 14:40
0
Immagine di copertina
L'ex ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio è l'ideatore dell'iniziativa (credit photo: sito Univerde)

Dopo La Maddalena, Gabicce, Castellabate, Ostia, Vieste,Tremiti, Scilla, le Castelle, Mediterraneo da remare #PlasticFree 2020 torna nel Cilento a Marina di Camerota e aumentano le adesioni alla campagna di sensibilizzazione verso la tutela del Mare Nostrum, giunta alla 10° edizione.

“Occorre rilanciare la rete di comuni e strutture plastic free nonostante il boom di imballaggi usa e getta causato da norme anti Covid spesso affrettate o addirittura controproducenti come sui guanti monouso”. Lo dichiara Alfonso Pecoraro Scanio, alla vigilia della tappa di Mediterraneo da remare a Marina di Camerota che sbarca sabato 12 settembre, alle ore 17:00, al Playa El Flamingo Beach Club.

“Occorre coniugare sicurezza sanitaria e ambientale. Non si può vivere sani in un mondo malato e il nostro mare deve essere liberato dalle plastiche che lo avvelenano” sottolinea il Presidente della Fondazione UniVerde e ideatore della campagna nazionale itinerante, promossa dalla Fondazione UniVerde, in collaborazione con Marevivo e con l’adesione del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera

L’ex Ministro dell’Ambiente ha aggiunto: “Ringrazio il Comune di Camerota e l’associazione speleologica Tetide per aver organizzato una tappa speciale di Mediterraneo da remare in vista della Speleo Kamaraton 2021. Il ruolo delle realtà sportive e dell’attivismo civico è importante per diffondere le azioni di rispetto delle nostre bellezze naturali, soprattutto in un parco nazionale come quello del Cilento”.

Dopo il saluto di benvenuto di Mario Salvatore Scarpitta, Sindaco di Camerota, alla tappa di Mediterraneo da remare interverranno: Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde; Francesco Maurano, Presidente dell’Associazione “Tetide”; Teresa Esposito, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Camerota; Tommaso Pellegrino, Presidente del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni; C.F. Antonio Giummo, Comandante in seconda della Capitaneria di Porto di Salerno; Carmine Esposito, Responsabile della Delegazione Regionale di Marevivo Campania. Nell’ambito dell’incontro, si terrà una remata simbolica con canoisti e canottieri della Polisportiva Cilento A.S.D. che, durante il percorso, raccoglieranno eventuali plastiche disperse in mare.

La tappa campana, promossa in collaborazione con l’associazione Tetide, il Comune di Camerota e con la partnership di Castalia (main partner della campagna), Playa El Flamingo Beach Club, Polisportiva Cilento A.S.D. e Federazione Italiana Canoa e Kayak, sarà occasione per cominciare a remare verso Speleo Kamaraton 2021.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.