Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:23
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Ambiente

Un iceberg grande come Parma si è staccato dall’Antartide

Immagine di copertina

È grande 267 chilometri quadrati, più di due volte della superficie di Parigi e cinque volte Manhattan

Un iceberg di 267 chilometri quadrati – poco più grande della superficie della città di Parma – si è staccato dall’Antartide. Il 23 settembre, i ricercatori dell’Università di Delft, nei Paesi Bassi, hanno pubblicato un’immagine satellitare che mostra il blocco di ghiaccio staccarsi dalla regione occidentale dell’area antartica.

Negli ultimi due anni è il secondo evento di tale portata che si verifica in questa zona: qui la perdita di ghiaccio è decisamente più marcata rispetto al resto della costa. La formazione di un iceberg di queste dimensioni è allarmante non solo per il futuro alzamento del livello dei mari. Gli scienziati infatti sono preoccupati per un motivo ancora più grave.

Di per sé, una massa enorme di ghiaccio che finisce alla deriva in acqua non comporta automaticamente un aumento del livello dei mari. La prima conseguenza diretta però è quella di esporre il resto dei ghiacci di quest’area allo scioglimento.

A luglio un gigantesco iceberg si era staccato, sempre in Antartide, dalla piattaforma Larsen C. Il blocco di ghiaccio aveva un’area di circa 6mila chilometri quadrati, pari quasi a quella della Liguria.

Ti potrebbe interessare
Ambiente / Mar Rosso: un attacco degli Houthi provoca una chiazza di petrolio da oltre 200 chilometri
Ambiente / Il solare riaccende Trino
Ambiente / Il ruolo dei carburanti alternativi nella nautica: la conferenza allo Yacht Club de Monaco
Ti potrebbe interessare
Ambiente / Mar Rosso: un attacco degli Houthi provoca una chiazza di petrolio da oltre 200 chilometri
Ambiente / Il solare riaccende Trino
Ambiente / Il ruolo dei carburanti alternativi nella nautica: la conferenza allo Yacht Club de Monaco
Ambiente / Nasce il network italiano delle imprese nature positive
Ambiente / L’indice Sea Index per calcolare l’impatto ambientale dei superyacht adottato in 15 porti della Costa Azzurra
Ambiente / Giornata Mondiale dell’Ambiente: si firma a Roma un cruciale Accordo pre-elettorale europeo su clima e biodiversità
Ambiente / Realizzare nuovi impianti di pompaggio: i benefici per l’ambiente e per l’economia
Ambiente / Lancia Ypsilon 2024: la nuova elettrica italiana sta arrivando
Ambiente / Sos orso: la campagna del WWF per salvare l’orso marsicano
Ambiente / Bandiere Blu 2024: Liguria e Puglia raccolgono il maggior numero di riconoscimenti