Me

Ballottaggi 2019: a Ferrara vince la destra dopo 70 anni, Livorno torna al centrosinistra

Immagine di copertina

Risultati ballottaggio 2019 | Tutte le città | Le reazioni politiche | Chi vince la sfida tra centrodestra e centrosinitra

Risultati ballottaggio 2019 | Ieri, 9 giugno, 136 comuni italiani sono stati chiamati al voto per i ballottaggi delle elezioni comunali. Rispetto al primo turno, di domenica 26 maggio, l’affluenza è calata di 16 punti percentuali. Qui abbiamo elencato i risultati, città per città.

Ma com’è il bilancio tra destra e sinistra nei risultati ballottaggio 2019?

Risultati ballottaggio 2019 | Dati definitivi | La sfida tra centro destra e centro sinistra

Nei 15 comuni al voto, 7 città sono andate al centro destra, 6 al centro sinistra, una al M5s e una ad una lista civica. I sindaci uscenti erano 4 del centro destra, 9 del centro sinistra e due del M5s.

Il M5s si riesce ad affermare solo a Campobasso, l’unico dei 15 capoluoghi in cui era riuscito ad arrivare al ballottaggio.

Per la prima volta, dal dopoguerra a oggi, Ferrara vira a destra. Il nuovo sindaco è Alan Fabbri, che supera il candidato del centro sinistra di oltre 10 punti. Anche Forlì, tra le roccaforti rosse, passa alla destra.

A Livorno, dopo un’amministrazione a Cinque Stelle, con Filippo Nogarin, vince il centro sinistra.

Risultati elezioni comunali 2019 | Il bilancio definitivo tra primo e secondo turno

Al netto dei risultati ballottaggi, tra il primo e il secondo turno delle elezioni comunali del 2019, il  centrodestra ottiene 12 sindaci e ne aveva solo 7. Il centrosinistra vince in 13 comuni ma ne aveva 19. Il Movimento 5 Stelle rimane a quota due.

Il centrodestra strappa al centrosinistra i comuni di Pescara, Pavia, Ferrara, Forlì, Vercelli e Biella. Conferma i sindaci di Perugia, Urbino, Vibo Valentia, Ascoli Piceno, Foggia e Potenza.

Il centrosinistra strappa al centrodestra il sindaco di Rovigo e al Movimento 5 Stelle quello di Livorno. Conferma i comuni di Firenze, Bari, Modena, Bergamo, Pesaro, Lecce, Cremona, Cesena, Prato, Reggio Emilia, Verbania.

Il Movimento 5 Stelle strappa al centrosinistra i sindaci di Campobasso e Caltanissetta, ma perde i comuni di Livorno e Avellino.

Le liste civiche di centrosinistra strappano al Movimento 5 Stelle la vittoria ad Avellino.

Risultati ballottaggio 2019 – Il centro sinistra tiene anche a Prato, Cremona, Verbania e Rovigo. A Reggio Emilia stravince la sinistra, con Luca Vecchi.

Il centro destra si afferma a Biella, con Claudio Corradino, così come a Vercelli, e ad Ascoli Piceno. Anche Foggia va al centro destra.

A Potenza vince Mario Guarente, della Lega.

Ad Avellino, la sfida interna al centro sinistra, viene vinta da una lista civica, con Gianluca Festa.

Ballottaggi 2019 risultati definitivi | Le altre città

Prima del voto, la situazione era di 149 città al centrosinistra e 39 centrodestra e 3 al M5s. Dopo le comunali 2019 la forbice tra centro sinistra e centro destra si è ridotta, con 109 comuni al centrosinistra e 75 al centrodestra. Uno solo al M5s.

La destra si impone in alcune delle principali città dell’Umbria, conquistando città simbolo come Foligno e Orvieto ma anche Marsciano e Bastia Umbra (e già governa a Perugia e Terni). Il centro sinistra si conferma solo a Gubbio. In Umbria si voterà nei prossimi mesi, probabilmente in autunno, per la Regione dopo le dimissioni della presidente Catiuscia Marini, Pd.

Successo della Lega, insieme al centrodestra, anche in un’altra storica roccaforte della sinistra: Novi Ligure. Sempre in Piemonte, Settimo Torinese va al Pd, che vince con un ampio margine. Stesso risultato anche a Bra.

Negli altri comuni dell’Emilia Romagna, a Cesena vince il centro sinistra, così come a Carpi. Anche a Castelfranco Emilia vince il Pd.

Nel Lazio a Palestrina e Nettuno vince il candidato del centro-destra. Stravince la Lega a Civitavecchia, Civita Castellana, così come a Tarquinia e Ciampino. A Cassino vince invece il centrosinistra, così come a Tivoli.

In Campania, a Castel Volturno si è affermato il centro destra, mentre ad Ariano Irpino vince il centrosinistra. Anche a Nola, Capua e Aversa viene battuto il centro destra.

In Calabria a Gioia Tauro vince con un largo margine, il candidato Aldo Alessio, a guida di una lista civica. A Rende è vittoria di Marcello Manna, con una lista civica.

In Toscana, dove il centro sinistra regge bene nei capoluoghi Livorno e Prato, si impone la Lega in altri comuni tra cui Cortona e Piombino. A Pontedera vince, di pochi punti percentuali, il Pd.

Alcuni comuni della Puglia vanno al centrosinistra, tra cui Putignano e San Giovanni rotondo, mentre la Lega vince a Ostuni.

In Liguria, ad Albenga vince il centrosinistra.

Per quanto riguarda le Marche, vediamo la riconferma dei sindaci Pd Massimo Seri alla guida di Fano e Simone Pugnaloni a Osimo. Lega battuta anche a Recanati. Il Pd è il secondo partito delle Marche, dopo la Lega, cresce di un punto percentuale rispetto alle politiche di un anno fa.

Le reazioni ai risultati ballottaggio 2019

Matteo Salvini, nella notte dei ballottaggi, twitta sulle “straordinarie vittorie della Lega ai ballottaggi”. “Abbiamo eletto sindaci dove governava la sinistra da settant’anni”, ha detto il ministro dell’Interno.

Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti definisce quelle del centro sinistra, “belle vittorie e belle conferme”. “L’alternativa a Salvini c’è ed è un nuovo centrosinistra”, dice Zingaretti.