Me

Lecce, richiedente asilo nigeriano sventa una rapina affrontando a mani nude i malviventi armati

Immagine di copertina

Richiedente asilo rapina sventata | Un ragazzo di origini nigeriane, richiedente asilo in Italia, ha salvato un intero Ufficio Postale e le persone che erano al suo interno, sventando una rapina. Succede ad Ortelle, in provincia di Lecce, Puglia.

I due rapinatori sono entrati intorno a mezzogiorno di lunedì 13 maggio nello stabile armati di coltello e pistola, ma a fermarli è stato il ragazzo nigeriano, anche lui in fila allo sportello postale.

Per prendere più soldi possibili, i due ladri avevano cominciato a puntare la pistola contro gli impiegati e contro i cittadini in coda.

Inizialmente il ragazzo era uscito per chiamare aiuto, ma comprendendo che la situazione stava degenerando è intervenuto direttamente, sferrando un pugno in faccia a mani nude ai due malviventi armati.

Nessuna paura per il richiedente asilo, nemmeno di fronte alle minacce dei due rapinatori di premere il grilletto della pistola.

Dopo la scazzottata, i malviventi sono scappati via, ma sono riusciti a portarsi dietro solo 200 euro di bottino.

Nell’ufficio postale sono poi arrivati i carabinieri della stazione di Poggiardo e gli agenti delle volanti di polizia del commissariato di Otranto, che svolgeranno le indagini.

Il ragazzo nigeriano è stato ringraziato dalla comunità locale.

> I numeri sui richiedenti asilo in Italia

> Rapina Monterotondo, Salvini: “Ho chiamato Andrea, ci sono per lui”