Me

Sondaggi: la Lega perde 6 punti a due settimane dalle europee

Immagine di copertina

Ultimi sondaggi oggi 10 maggio Lega | I sondaggi – gli ultimi a due settimane dalle elezioni – disegnano un quadro ben poco positivo per la Lega.

Sondaggi: due elettori su tre non sanno ancora chi votare

Rispetto a poco meno di un mese fa il Carroccio per la prima volta da mesi registra un calo del gradimento degli italiani. Un cambio di trend che arriva a meno di 20 giorni dalle elezioni europee e che mostra come il partito del vicepremier Matteo Salvini sia passato dal 37 al 31 per cento.

> QUI TUTTI GLI ULTIMI SONDAGGI POLITICI ELETTORALI AGGIORNATI

A pesare sulla diminuzione del gradimento della Lega tra l’elettorato è stato il caso del sottosegretario Siri, a cui il premier Conte ha di recente revocato le deleghe e che ha diviso una volta di più gli alleati di Governo.

Altra questione spinosa che ha intaccato il gradimento del ministro e del suo partito è quella legata alla presenza della casa editrice AltaForte, vicina a CasaPound e che si è occupata della pubblicazione del libro-intervista del leader leghista, al Salone del Libro.

Migliore invece il risultato dei 5 Stelle, che secondo gli ultimi sondaggi si accredita intorno al 25 per cento, registrando quindi un miglioramento rispetto alle ultime settimane anche se il dato è generalmente negativo rispetto alle politiche del 2018.

Tuttavia il Movimento può vantare una crescita di quasi 3 punti percentuali in poche settimane.

Avanza anche il Partito Democratico, che rispetto al dato del mese scorso supera la soglia del 20 per cento.

Nel centrodestra invece, dietro la Lega si posiziona Forza Italia con un risultato poco inferiore all’8 per cento.

Tra i partiti che dovrebbero supereranno la soglia di sbarramento del 4 per cento riuscendo quindi ad entrare nel Parlamento europeo, c’è anche Fratelli d’Italia, che si attesta intorno al 6 per cento.

Deludente invece il risultato del blocco del centrosinistra. L’unica forza che potrebbe superare il 4 per cento è +Europa, mentre La Sinistra e le altre formazioni dovrebbero restare fuori dal Parlamento.