Me

Reddito di cittadinanza: soldi in arrivo, ecco come spenderli. Cosa si può comprare?

Immagine di copertina

Di recente l’Inps, dopo aver esaminato le prime domande giunte tra il 6 e il 31 marzo 2019, ha iniziato a comunicare via sms o mail gli esiti ai richiedenti del reddito di cittadinanza in merito all’accoglimento della propria istanza: su 806mila richieste totali 487.667 sono state accolte e ora l’istituto di previdenza sta comunicando – e lo farà fino a sabato 11 maggio – ai diversi beneficiari sia la data che l’ufficio postale dove recarsi per ritirare la RdC card, la carta per spendere i soldi del sussidio.

In molti, quindi, si stanno domandando come e dove poter spendere l’importo assegnato, come anche quali sono le spese consentite con il reddito di cittadinanza e quali no.

In generale, il quesito è: come utilizzare la card del reddito di cittadinanza?

La RdC Card, rilasciata dagli uffici di Poste Italiane a seguito dell’accoglimento della domanda per ottenere un’integrazione del proprio reddito fino ad un massimo di 780 euro mensili – o di 1.380 euro nel caso di nuclei familiari che versano in specifiche condizioni – è intestata al richiedente e gli consente di fare acquisti soltanto in Italia.

La Card, equivalente di un bancomat, può essere utilizzata tramite pos per i pagamenti all’interno dei vari esercizi commerciali (purché abilitati): quindi supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie.

Reddito e pensione di cittadinanza: a Napoli il più alto numero di beneficiari. Il 58 per cento riceve meno di 500 euro

I soldi del reddito di cittadinanza possono inoltre essere spesi per pagare le utenze, quindi le bollette dell’energia elettrica e del gas.

Per quanto riguarda il prelievo, esso è invece consentito fino ad un massimo di 100 euro. Tale importo massimale, però, va ad aumentare sulla base del numero e della tipologia dei componenti il nucleo familiare: moltiplicando l’importo per la scala di equivalenza, quindi, si può arrivare fino ad un massimo prelevabile di 210 euro al mese.

È poi possibile spendere l’importo per pagare l’affitto o il mutuo: il bonifico deve essere unico per ciascun mese relativamente al canone di locazione o alla rata del mutuo.

È infine assolutamente vietato spendere i soldi del reddito di cittadinanza per il gioco d’azzardo, per gli acquisti online o effettuati fuori dai confini nazionali. Non è possibile, inoltre, effettuare prelievi all’estero o superiori all’importo specificamente previsto.

Non è possibile richiedere un estratto conto della RdC card, ma ogni beneficiario potrà comunque tenere sotto controllo le spese in modo elettronico.

Per assistenza e smarrimento, inoltre, è prevista l’attivazione di un numero verde.