Me

Palermo, una donna è stata strangolata in casa dal suo compagno

Immagine di copertina
credit: ANSA/IGNAZIO MARCHESE

Un nuovo caso di femminicidio nel palermitano. Questa mattina, intorno alle 11, una donna è stata strangolata dal suo compagno a seguito di una lite in casa.

La vittima si chiamava Elvira Bruno e aveva 53 anni. La donna, originaria di Palermo e madre di due figlie, è stata uccisa in via Pecoraro Lombardo, sede della sua abitazione, sita proprio a due passi dalla stazione Notarbartolo.

L’assassino è Moncef Naili, un uomo di origine tunisina che viveva insieme alla donna da diverso tempo. L’uomo, un cuoco di 54 anni, ha chiamato lui stesso i soccorsi dopo aver compiuto il folle gesto.

Una volta giunte le volanti della Polizia, l’uomo ha confessato l’omicidio della sua compagna. I sanitari, anche loro giunti rapidamente sul posto, hanno tentato di rianimare Elviva, ma purtroppo per la donna non c’è stato più nulla da fare.

Il 54enne è stato quindi portato negli uffici della sezione omicidi della squadra mobile. Al momento sono ancora in corso gli interrogatori. A giungere sul posto poi anche il pubblico ministero di turno, il quale ha disposto il sequestro dell’abitazione per permettere alla polizia scientifica di effettuare i dovuti e necessari rilievi.

“Sembrava un tipo tranquillo, non ho mai sentito urla”, ha dichiarato un vicino di casa della coppia.