Me

Ecco chi è “Sascha” Zverev, il nuovo campione del tennis mondiale

Famiglia di origine russa, ma cresciuto in Germania. Sicuro di se, ma non arrogante

Immagine di copertina
Il tennista tedesco Zverev

Zverev tennista chi è | Carriera | Curiosità | Vita privata 

ZVEREV TENNISTA CHI E’ – Alexander Zverev è ormai una delle stelle del tennis maschile mondiale. La finale agli Internazionali d’Italia 2018 (vinti nel 2017) e la terza posizione nel ranking mondiale l’hanno proiettato ancor di più tra i grandi del suo sport. Ma chi è Alexander Zverev?

Innanzitutto, per tutti, è “Sascha” e non Alexander. Da non confondere con il fratello Misha, 32 al Mondo. Fglio d’arte: suo padre Aleksandr Michajlovič, ex tennista che rappresentò l’URSS in Coppa Davis, è il suo primo e attuale allenatore, mentre sua madre Irina Vladimirovna Fateeva era tennista e allenatrice anch’essa.

Una vita segnata dal tennis. Il ragazzo infatti gioca fin da quando aveva cinque anni e si allena ad Amburgo e Saddlebrook, Florida.

E’ in costante bilico fra l’anima russa della sua famiglia e la vita trascorsa in Germania, anche se lui dice di sentirsi soprattutto tedesco: “Vivo in Germania (Amburgo), ho frequentato la scuola tedesca e mi sento assolutamente tedesco”. Caratterialmente è molto discreto e sicuro di se (in particolare quando si arrabbia), ma non arrogante.

Non è un “chiacchierone”. Sui social lascia poche tracce e non gli piace parlare tanto prima delle partite, meglio dopo.

E i rapporti con i colleghi? “Con Kyrgios siamo amici, capita di cenare insieme e posso dire che Nick fuori dal campo è divertente come quando gioca. A parte lui frequento Karen Khachanov, che è forse il mio miglior amico. Anzi no: il migliore è Dominic Thiem, ci vediamo e sentiamo spessissimo”, ha detto Zverev in una vecchia intervista al Corriere della Sera.

Intervista in cui parlò anche di Rafa Nadal che a suo dire “è quello che comunica meno con gli altri giocatori, di solito sta con gli spagnoli e con il suo team. Ma non voglio essere frainteso: è un bravissimo ragazzo, sempre disponibile quando gli chiedi qualcosa. Anche Andy Murray è abbastanza sulle sue. Mi capita più spesso di discutere con Roger Federer (suo idolo, ndr) e Novak Djokovic, sia del tennis sia della vita in generale”.

Insomma, un ragazzo normale, normalissimo ma con un talento enorme che probabilmente gli permetterà (con l’aiuto di tanto lavoro) di restare in alto a lungo. Di essere il migliore del Mondo.

Zverev tennista chi è | Ascesa

Un talento messo in mostra fin dalle Juniores: Zverev debutta nel circuito ITF Junior Circuit nel gennaio 2011. Un anno dopo vince il suo primo torneo a Fujairah, negli Emirati Arabi Uniti, il primo successo importante arriva nel maggio 2013 quando batte il serbo Laslo Djere nella finale del Trofeo Bonfiglio, pochi giorni dopo raggiunge la finale dell’Open di Francia di categoria, ma viene sconfitto da Christian Garín in due set così come a Roehampton, agli US Open e all’Orange Bowl chiudendo l’anno al numero uno della classifica juniores.

Nel 2014 si aggiudica gli Australian Open sconfiggendo in finale lo statunitense Stefan Kozlov, dopo questo successo abbandona il circuito juniores.

Nel frattempo inizia a frequentare i professionisti: disputa i primi incontri professionisti nella seconda parte del 2011 ed un anno dopo, nel novembre 2012, raggiunge la prima finale in carriera al Bradenton Open.

Nel luglio 2013 partecipa grazie ad una wild card all’International German Open di Amburgo, perdendo al primo turno contro lo spagnolo Roberto Bautista Agut.

Nel giugno 2014 supera le qualificazioni del Challenger Città di Caltanissetta.  Zverev tennista chi è

Il 5 luglio 2014 a soli 17 anni vince lo Sparkassen Open di Braunschweig, torneo di categoria challenger diventando il dodicesimo giocatore più giovane ad aver conquistato un torneo della categoria.

Al torneo ATP World Tour 500 series di Amburgo 2014, accedendo con una wild card, vince il suo primo match a livello ATP, sconfiggendo al primo turno l’olandese Robin Haase per 6-0, 6-2. Avventura che si chiude in semifinale dove viene sconfitto nettamente da David Ferrer.

Zverev diventa così il primo under 18 a raggiungere una semifinale ATP dai tempi di Marin Čilić che nel 2006 raggiunse la semifinale nel torneo di Gstaad.

Nel 2015, riesce a raggiungere la semifinale nell’ATP 250 di Bastad, perdendo contro Tommy Robredo. Successivamente, raggiunge i quarti di finale nel torneo di Washington.

Raggiunge la sua prima semifinale ATP dell’anno all’Open Sud de France 2016 a Montpellier, battendo nel secondo turno il n.13 del mondo Marin Čilić, prima di arrendersi al francese Paul-Henri Mathieu.

A Indian Wells, gioca il prima ATP 1000 stagionale. Si ferma al quarto turno, battuto da Rafael Nadal.  Zverev tennista chi è

Partecipa come testa di serie n.8 all’ATP Nizza dove il tedesco conquista la sua prima finale ATP, battendo in successione Kyle Edmund, Marcel Granollers, Gilles Simon e João Sousa. In finale, viene però battuto nuovamente da Dominic Thiem in tre set.

Inizia la stagione sull’erba in Germania, all’ATP 500 di Halle. Raggiunge la finale battendo per la prima volta un top 10 della classifica mondiale: l’otto volte vincitore del torneo, Roger Federer, numero tre del mondo. In finale però viene stato sconfitto, in un derby tutto tedesco, da Florian Mayer.

Partecipa poi al St. Petersburg Open. Durante il torneo, riesce a spingersi fino in finale senza perdere un set e battendo anche il numero nove del mondo Berdych. In finale, Zverev batte Stan Wawrinka in tre set, aggiudicandosi così il suo primo titolo ATP in carriera.

Zverev tennista chi è | Esplosione

Dal 2017 inizia la sua affermazione ad altissimi livelli: colleziona cinque titioli ATP che lo proiettano nella Top 3. Risultati da cui è ripartito nel 2018.