Me
Piovono peluche dal settore ospiti, il gesto dei tifosi per i bambini malati | VIDEO
Condividi su:
Lancio peluche stadio bambini

Piovono peluche dal settore ospiti, il gesto dei tifosi per i bambini malati | VIDEO

20 Ago. 2018
Lancio peluche stadio bambini

Minuto 19 del primo tempo: allo stadio di Rotterdam piovono peluche. Sì, avete capito bene: proprio peluche.

Durante la partita della Eredivise, il campionato olandese, tra il Feyenoord e l’Excelsior, i tifosi ospiti presenti nel settore a loro dedicato nel secondo anello dell’impianto (il de Kuip) hanno lanciato al pubblico sottostante centinaia di peluche.

Un gesto di solidarietà che fa parte di una iniziativa benefica annuale a favore dell’ospedale pediatrico Sophia Children’s Hospital di Rotterdam.

Nel settore in cui sono stati lanciati i peluche, infatti, c’erano i bambini in cura presso l’ospedale, a cui non è sembrato vero di essere ricoperti da una pioggia di peluche. Di qualsiasi tipo: dai classici orsacchiotti, agli unicorni.

Una festa nella festa visto che in quel momento il Feyenoord era in vantaggio di 1-0 grazie al gol del capitano Robin van Persie.

Un gesto che ha fatto molto rumore. Tanto che i video girati da chi era allo stadio e dalle due società in breve tempo sono diventati virali facendo il giro dell’Olanda prima e del mondo poi. E riscuotendo molto successo.

A far rumore è sopratutto l’immagine data dagli ultras olandesi spesso protagonisti di momenti di tensione o violenze varie in occasioni di varie partite. In particolare lontano dall’Olanda.

Per una volta invece di lanciare fumogeni e quant’altro, sono stati lanciati dei peluche. Magari fosse sempre così.

LEGGI ANCHE: “PREMIER LEAGUE 2018 2019, ECCO DOVE E COME VEDERE IL CAMPIONATO INGLESE”

LEGGI ANCHE: “IL CALCIATORE RAPPER: IL PRIMO SINGOLO DI KEVIN PRINCE BOATENG | VIDEO”

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus