Me
Hyperloop, il treno che permette di viaggiare da Milano a Roma in 25 minuti
Condividi su:
hyperloop milano roma 25 minuti
Il treno Hyperloop viaggia ad una velocità di 1.200 chilometri orari

Hyperloop, il treno che permette di viaggiare da Milano a Roma in 25 minuti

Il treno Hyperloop può viaggiare ad una velocità di 1.200 chilometri orari, ha un ridotto impatto ambientale ed è nato da un'idea dell'imprenditore Elon Musk

20 Apr. 2018
hyperloop milano roma 25 minuti
Il treno Hyperloop viaggia ad una velocità di 1.200 chilometri orari

Viaggiare da Milano a Roma in 25 minuti  potrebbe diventare realtà grazie a Hyperloop, il treno in grado di viaggiare a 1.200 chilometri orari.

“Il treno è formato da capsule che viaggiano all’interno di tubi”, spiega Gabriele Gresta, uno dei fondatori del Digital Magics, un incubatore di progetti digitali che fornisce servizi di consulenza e accelerazione a startup e imprese.

“Rispetto ad autostrade e ferrovie ha bassissimo impiego a terra, non taglia i territori. Noi a chi ha i terreni chiediamo solo un piccolo spazio per i piloni e in cambio possiamo dare elettricità e acqua”, spiega Gabriele Gresta in un comunicato ufficiale.

Hyperloop è formato da un tubo a bassa pressione al cui interno viaggia una capsula. Il consumo di energia previsto è molto basso e il treno può arrivare a 1.200 chilometri l’ora. Inoltre è in grado di produrre più energia di quella che consuma.

Per la realizzazione del progetto sono necessari sei piloni di 7 metri con un impianto per le stazioni.

Il primo treno sperimentale è in costruzione in California, negli Stati Uniti. L’inizio dei lavori è previsto per il 2019 e dopo due anni sarà possibile viaggiare sul nuovo treno. Il costo della realizzazione dell’opera si aggirano intorno ai 15 miliardi di dollari.

In Europa, invece, il primo prototipo del treno Hyperloop è in corso di realizzazione nel centro di ricerche della società statunitense Hyperloop Transportation Technologies di Tolosa, nel sud della Francia. La prima capsula adatta al trasporto dei passeggeri però sarà realizzata in Spagna.

Il primo sistema HyperloopTT è formato da un tubo con un diametro interno di 4 metri ed è stato pensato per ospitare sia le capsule passeggeri che quelle per i container merci.

La prima parte della struttura, che prevede un percorso di 320 metrisarà sperimentata entro il 2018. Inoltre nel 2019 sarà completato un secondo sistema di 1 chilometro costruito su piloni posizionati a un’altezza di 5,8 metri.

La Hyperloop Transportation Technologies HyperloopTT, è stata fondata nel 2013 dall’italiano Bibop G. Gresta e dal tedesco Dirk Ahlborn.

Il team è composto da oltre 800 ingegneri, creativi ed esperti di tecnologia, e al suo interno lavorano 30 italiani. La startup conta 40 partner aziendali e universitari in tutto il mondo.

La HyperloopTT ha già firmato degli accordi con gli Stati Uniti per la realizzazione del primo collegamento tra le città di Cleveland, in Ohio, e Chicago, in Illinois. Inoltre ha stretto già degli accordi con Slovacchia, Abu Dhabi, Repubblica Ceca, Francia, India, Indonesia, Brasile e Corea.

Questo nuovo modello di treno è stato sviluppato a partire da un’idea dell’imprenditore Elon Musk, il fondatore di Tesla Motors e di SpaceX, due società che operano rispettivamente nel campo automobilistico in quello aerospaziale.

“Siamo stati i pionieri della tecnologia e abbiamo dimostrato che è un progetto estremamente affidabile. Hyperloop non è più futuro, ma è diventato oggi industria reale”, ha affermato in una nota il co-fondatore e presidente della HyperloopTT, Bibop Gresta.

Hyperloop è molto più di un treno supersonico; la vera opportunità è creare un sistema efficiente e sicuro con un’esperienza passeggeri senza precedenti”, ha proseguito Dirk Ahlborn, co-fondatore e Ceo dell’azienda americana.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus