Me

Le immagini della prima Città-foresta contro l’inquinamento in Cina

A Liuzhou sono iniziati i lavori per la costruzione di una città interamente ricoperta da piante e alberi, progettata dall'architetto italiano Stefano Boeri

Immagine di copertina
Credit: Stefano Boeri

Dopo la notizia dell’impianto fotovoltaico galleggiante più grande al mondo, la Cina torna a fare notizia per la lotta contro l’inquinamento. I lavori per la costruzione della prima città-foresta sono stati avviati infatti a Liuzhou, nella provincia di Guangxi, nel sud della Cina.

Il progetto della Città-foresta è stato realizzato dall’architetto italiano Stefano Boeri, che in Italia ha ideato il Bosco verticale” il complesso residenziale che si trova a Milano vicino il quartiere Isola.

La Città-foresta sarà terminata entro il 2020. Al suo interno troveranno posto uffici, case, alberghi, ospedali e scuole, tutti interamente ricoperti da alberi e piante.

La costruzione ha lo scopo di tenere a freno la produzione dei gas tossici in un paese in cui il livello di inquinamento dell’aria tocca spesso livelli record.

Una volta ultimata, la nuova città di 30mila abitanti sarà in grado ogni anno di assorbire circa 10mila tonnellate di anidride carbonica e 57 tonnellate di polveri sottili. Produrrà circa 900 tonnellate di ossigeno.

Qui sotto le foto del progetto di Stefano Boeri:

città foresta

Credit: Stefano Boeri

città foresta

Credit: Stefano Boeri

città foresta

Credit: Stefano Boeri

città foresta

Credit: Stefano Boeri