Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

L’Fbi arresta il capo dell’occupazione in Oregon

Nel conflitto a fuoco sarebbe morta una persona

Immagine di copertina

L’Fbi il 27 gennaio 2016 ha arrestato Ammon Bundy, il leader di un gruppo “paramilitare” armato di allevatori che dal 2 gennaio occupano un parco nazionale protetto, il Malheur National Wildlife Refuge in Oregon. L’arresto è avvenuto in seguito ad una sparatoria sull’Highway 395, nella zona nord-orientale dello stato, che ha causato un morto e un ferito. 

Oltre a Bundy anche altri 7 membri del gruppo, tra cui il fratello del leader, sarebbero stati arresti dagli agenti federali, tra l’Oregon e l’Arizona.

L’occupazione di Malheur era iniziata il 2 gennaio, ed era solo l’ultimo episodio della cosiddetta ribellione di Sagebrush, un conflitto vecchio di decenni contro il controllo da parte del governo degli Stati Uniti di milioni di acri di terra. A essere rimasto ucciso nella sparatoria potrebbe essere LaVoy Finicum, secondo la testimonianza di una delle occupanti. Si tratterebbe di uno dei miliziani che aveva il ruolo di portavoce del gruppo.