Me

La Tunisia costruisce un muro al confine con la Libia contro l’Isis

In seguito all'attentato dell'Isis a Sousse, la Tunisia ha introdotto una serie di misure di sicurezza, tra cui la costruzione di un muro al confine con la Libia

Immagine di copertina

La Tunisia ha annunciato il piano per la costruzione di un muro al confine con la Libia, per arginare le possibili infiltrazioni di miliziani dell’Isis provenienti dallo stato confinante.

Da alcuni anni la Libia è sprofondata in una guerra civile che, dal 2014, vede anche i jihadisti dello Stato islamico tra i partecipanti coinvolti nel conflitto.

Il muro sarà lungo 168 chilometri e verrà affiancato da una recinzione in ferro. Le autorità tunisine sperano che l’opera sia completata entro la fine del 2015.

Il premier tunisino Habib Essid ha reso noto in un’intervista che la Libia è diventata “il dilemma principale” per la Tunisia e che il muro ha come obiettivo “fermare le infiltrazioni di gruppi terroristi”.

La costruzione del muro è stata decisa dal governo tunisino insieme ad altre misure di sicurezza, in seguito all’attentato compiuto dall’Isis a Sousse lo scorso 26 giugno, in cui 38 persone sono state uccise.

Il responsabile dell’attacco era uno studente tunisino, che aveva trascorso un periodo di addestramento in Libia con dei miliziani legati all’Isis.

La Tunisia era in stato d’allerta dal 18 marzo, quando un gruppo di miliziani aveva ucciso 22 turisti nel museo del Bardo, nella capitale Tunisi. Anche i responsabili dell’attentato del Bardo erano entrati in contatto con militanti dell’Isis mentre si trovava in Libia.

Una mappa della Bbc mostra la posizione della Tunisia al confine con la Libia