Me
Le cabine verdi di Londra
Condividi su:

Le cabine verdi di Londra

Il Comune di Londra sta trasformando alcune delle sue iconiche cabine telefoniche in luoghi eco-sostenibili e a impatto zero

03 Ott. 2014

Dallo scorso 1 ottobre a Londra, al fianco delle storiche cabine telefoniche rosse, ne sono nate delle altre apparentemente identiche in tutto tranne che nel colore.

Le nuove cabine sono verdi, ma non servono per telefonare. Le Solarbox, dal nome con cui stanno venendo promosse, hanno un pannello solare montato sulla cima e potranno essere usate per ricaricare smartphone, tablet e macchine fotografiche, venendo in aiuto a tutti i potenziali utenti che restano con i loro dispositivi elettronici a corto di batteria, il tutto senza alcun impatto sull’ambiente.

La prima cabina verde è stata posizionata a Tottenham Court Road. La Solarbox è nata da un’idea di Kirsty Kenney e Harold Craston, due laureati della London School of Economics e vincitori del Low Carbon Entrepeneur, il concorso sponsorizzato dal sindaco di Londra Boris Johnson e rivolto ai giovani per trovare metodi che inducano a ridurre le emissioni di carbonio nella città.

“In questo mondo moderno, in cui quasi nessun abitante di Londra gira senza un set completo di strumenti tecnologici in mano, è venuto il momento che le nostre cabine iconiche vengano aggiornate al ventunesimo secolo, per diventare più utili e sostenibili”, ha detto il sindaco di Londra.

Dopo l’esperimento di Tottenham Court Road, a gennaio saranno realizzate altre Solarbox, convertendo alcune delle storiche cabine rosse londinesi, ormai non più utilizzate come una volta.

Proprio per questa ragione, quello delle Solarbox verdi non è l’unico caso di conversione delle tradizionali cabine telefoniche londinesi ad altra funzione: alcune ospitano bancomat, altre sono diventate librerie e qualcuna è stata dipinta con i colori della bandiera del Regno Unito.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus