Me

Il mondo questa settimana

Uno sguardo agli eventi più importanti degli ultimi sette giorni

Immagine di copertina

Secondo documenti diffusi dalla “talpa del Datagate”, Edward Snowden, la NSA americana avrebbe intercettato 60 milioni di conversazioni di cittadini spagnoli e 46 milioni di conversazioni telefoniche di cittadini italiani in un mese. Secondo un quotidiano tedesco, inoltre, il presidente Obama sarebbe stato a conoscenza delle operazioni di spionaggio dell’intelligence USA relative alla cancelliera tedesca Angela Merkel.

La polizia italiana avrebbe smantellato un’organizzazione internazionale dedicata al rapimento di bambini coinvolti in battaglie legali tra i genitori. I criminali operavano via mare su imbarcazioni ad alta velocità e trasportavano i bambini dal Nord Africa all’Europa, mettendone in pericolo la vita [Leggi l’articolo].

In Repubblica Ceca, le elezioni hanno assegnato la maggioranza dei voti ai socialdemocratici, che non dispongono però dei numeri sufficienti alla creazione di un governo. Il primo “partito” del Paese si conferma quello dell’astensionismo [Leggi l’articolo]. Intanto, in Georgia, Giorgi Margvelashvili ha vinto le elezioni presidenziali. Il candidato era sostenuto dall’attuale premier, Bidzina Ivanishvili.

Il Regno Unito ha dovuto affrontare una delle peggiori tempeste della sua storia: lunedì, le forti raffiche di vento e il rischio di alluvioni hanno causato la soppressione di tutti i trasporti di superficie di Londra, mentre circa 40mila abitazioni tra Inghilterra e Galles sono rimaste senza elettricità [Leggi l’articolo]  Nel frattempo, il sito inglese “Times Higher Education” ha pubblicato la classifica delle 400 università più importanti al mondo: i primi dieci posti sono tutti di atenei americani e inglesi, mentre il primo ateneo italiano si trova oltre il 200esimo posto [Leggi l’articolo].

Vladimir Putin è stato incoronato “uomo più potente del mondo” dalla rivista Forbes [Leggi l’articolo]. Nel frattempo, il presidente russo ha dichiarato che gli atleti omosessuali saranno i benvenuti alle prossime Olimpiadi invernali, che si terranno a Sochi nel 2014 [Leggi l’articolo].

Secondo il rapporto biennale del ministero del Tesoro americano, la politica economica tedesca, basata sulle esportazioni, sarebbe negativa per l’eurozona e per l’economia mondiale in generale [Leggi l’articolo]

È stato inaugurato a Istanbul, Turchia, il “tunnel del secolo”, galleria ferroviaria sottomarina che collegherà l’Europa e l’Asia attraverso lo stretto del Bosforo. [Leggi l’articolo].

L’irruzione di un veicolo nell’area pedonale di piazza Tiananmen, a Pechino, ha causato la morte di cinque persone. L’auto ha preso fuoco. In seguito alle dichiarazioni della polizia sull’arresto di cinque sospetti dello Xinjiang, le misure di sicurezza nella tormentata regione cinese sono state rinforzate.

In seguito alle ultime rivelazioni del Datagate, che ha gelato i rapporti di Obama con i leader europei suoi alleati finiti al centro dello scandalo intercettazioni, il presidente americano ha dichiarato l’intenzione di limitare i poteri della NSA [Leggi l’articolo]. Nel frattempo, secondo i sondaggi effettuati dal New York Times e dal Siena College, il candidato democratico Bill De Blasio potrebbe vincere l’imminente tornata elettorale per la carica di sindaco di New York con una maggioranza senza precedenti [Leggi l’articolo]

La compagnia petrolifera brasiliana OGX, controllata dal miliardario Eike Batista, ha dichiarato la bancarotta. Si tratterebbe di una delle più spettacolari cadute nella storia dell’industria globale [Leggi l’articolo].

Le autorità egiziane hanno arrestato Essam el-Erian, uno dei leader dei Fratelli musulmani. Il mandato d’arresto per lui era stato spiccato a luglio, subito dopo la deposizione del presidente Morsi [Leggi l’articolo]

Secondo un rapporto dell’Opac rivelato dall’agenzia Reuters, la Siria avrebbe distrutto tutti siti di produzione di armi chimiche, raggiungendo un grande traguardo nel programma di disarmo derivante dall’accordo tra Russia e Stati Uniti [Leggi l’articolo].

Nel deserto del Sahara, a pochi chilometri dalla frontiera tra Niger e Algeria, sono stati ritrovati i cadaveri di 87 migranti: 7 uomini, 32 donne e 48 bambini [Leggi l’articolo]